Ai Testimoni di Geova sono consentite la maggior parte delle forme di trattamento medico, ma in nessun caso devono mai accettare una trasfusione di sangue. Astenersi dal sangue è considerato un segno che li identifica come l’unica vera religione. Quello che non è generalmente noto è che nel corso della sua storia la Società Watchtower ha fatto un virtuale giro a 360 gradi per quanto riguarda la sua posizione sui prodotti ematici.

Il risultato è una posizione che è:

  • Scritturalmente imprecisa – La maggior parte delle religino-blood-cardoni cristiane riconoscono che non vi è alcun divieto scritturale per i cristiani riguardo le trasfusione di sangue
  • Incoerente – La Watchtower dichiara che secondo Dio il sangue non deve essere conservato, ma nello stesso tempo permette ai Testimoni di Geova di utilizzare frazioni di sangue derivate dal sangue conservato
  • Doppio Standard – I Testimoni di Geova usano notevoli quantità di prodotti medici derivati dal sangue, ma a loro è proibito donarlo.

Proprio come nel 1980 la Watchtower revocò la sua sentenza che i trapianti di organi fossero sbagliati, nel corso degli ultimi anni ha apportato modifiche significative riguardo l’uso accettabile del sangue. Ogni Testimone di Geova dovrebbe prendere seriamente in considerazione le implicazioni di tali cambiamenti dottrinali da parte della Watchtower che fanno la differenza tra la vita e la morte, prima di decidere di rifiutare il sangue quando è in gioco la vita.

Le informazioni qui contenute presentano la posizione della Watchtower sul sangue a partire da Marzo 2015. Considerando i cambiamenti che si sono verificati negli ultimi dieci anni, e le difficoltà legali in corso per la Società Watchtower, ci saranno probabilmente altri cambiamenti nei prossimi anni.

Questo articolo esamina la storia della dottrina della Watchtower sul sangue alla luce dei seguenti punti:

  • Pikuach Nefesh – La vita è più importante della legge
  • La posizione corrente della Watchtower
  • I cambiamenti della Watchtower a questa dottrina
  • Leggi bibliche sul sangue
  • Atti 15 – Astenersi dal sangue?
  • Diritti dei minori
  • Punto di vista della comunità medica

Riepilogo dei problemi scritturali riguardo la posizione della Watchtower

La posizione della Watchtower sul sangue è scritturalmente imprecisa su parecchi livelli:

1. Il principio Rabbinico del Pikuach Nefesh (a cui Gesù fa riferimento in Matteo 12:11) impone che la Legge venga messa da parte se osservarla si tradurrebbe in perdita di vite

2. La Bibbia si riferisce a mangiare il sangue da animali uccisi per il cibo, non a trasfusioni di sangue che non implicano la morte del donatore

3. Paolo mostrò che i divieti di Atti 15 erano vincolanti solo se turbavano altri (Vedi 1 Corinti 8)

La seguente tabella riassume la mutevole posizione della Watchtower per quanto riguarda il sangue.

blood-history

Possono questi cambiamenti contraddittori davvero essere attribuiti alla guida di Geova?

Riepilogo delle incongruenze dell’attuale posizione sul sangue

La Watchtower è incoerente nel permettere alcune frazioni del sangue. Questo è evidente quando si considera quanto segue.

“I Testimoni di Geova non accettano trasfusioni di sangue intero o dei suoi quattro componenti primari vale a dire, globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e plasma. Inoltre non donano o conservano il proprio sangue per una trasfusione.” – Ministero del Regno Novembre 2006 p.3

“Oltre a ciò, quando si tratta di frazioni di uno qualsiasi dei componenti primari, ogni cristiano, dopo attenta meditazione in preghiera, deve coscienziosamente decidere per se stesso.” – La Torre di Guardia del 15 giugno 2000 p.31

Riflessioni

1. Se è sbagliato per un Testimone donare il sangue, da chi vengono le frazioni di sangue?

2. Se il sangue deve essere versato a terra, da dove provengono le frazioni di sangue?

3. Se astenersi dal sangue non consente una trasfusione di una frazione “primaria”, perché viene permessa una frazione di una frazione?

4. Se le frazioni del sangue erano accettabili a Geova, su chi cade la responsabilità per i Testimoni che sono inutilmente morti per averle rifiutate a causa della politica della Watchtower che le vietava prima del 2000?

Pikuach Nefesh – La vita prevale sulla Legge

In questo articolo verrà mostrato che la Bibbia indica chiaramente come il rispetto per la vita sia importante per Dio. Il motivo per cui nelle leggi date a Noè e Mosè si prevedesse il dissanguamento di un animale era di rispetto per la vita presa. Gesù versò il suo sangue nel momento della sua morte come dono estremo, per donare la vita eterna al genere umano.

In opposizione a questo principio biblico, la Società Watchtower ammette che la sua posizione contro le trasfusioni di sangue ha portato alla morte dei Testimoni di Geova, arrivando persino a mettere in mostra le immagini di 26 bambini Testimoni che sono morti rifiutando il sangue. [Sarebbe interessante sapere quanti genitori di questi bambini sono ancora Testimoni. Sono stato contattato da genitori che hanno perso un figlio a causa del rifiuto di una trasfusione di sangue, e sono stati portati dalla situazione a realizzare che questa religione non insegna la verità. E’ difficile immaginare una tragedia maggiore di questa].

“I testimoni di Geova non sostengono che le trasfusioni di sangue non hanno salvato la vita di pazienti che altrimenti sarebbero morti” – Sangue, Medicina e La Legge di Dio p.38

“In passato migliaia di giovani sono morti per mettere Dio al primo posto. Lo stanno facendo tuttora, solo che oggi il dramma si svolge negli ospedali e nei tribunali, con la questione delle trasfusioni di sangue” – Svegliatevi! 1994 22 maggio p.2

Le pubblicazioni della Watchtower sostengono che sia sbagliato cercare di salvare la vita attraverso una trasfusione di sangue, in quanto questo significa il rischio di perdere la vita eterna.

“Come cristiani Testimoni di Geova, i suoi genitori, Darrell e Rhoda Labrenz , consideravano correttamente la trasfusione di sangue come una violazione della legge di Dio e, quindi, si sono opposti. Erano preoccupati per il benessere eterno del loro bambino , poichè la vita eterna è la prospettiva solo di quelli che aderiscono alle leggi di Dio” – Annuario 1975 p.224

“Ma supponiamo che la propria moglie o il figlio siano vicini alla morte. Dare il sangue, non importa chi la persona amata possa essere, sarebbe comunque una violazione della legge di Dio. Solo perché uno è vicino alla morte, questo non dà la libertà di violare i comandi di Dio. Quando uno è vicino alla morte non è tempo di manomettere o violare la legge di Dio, ma è tempo di rimanere il più vicino possibile a Dio rimanendo fedeli. La vita eterna è la ricompensa per la fedeltà. Come sarebbe stupido scommettere la prospettiva della vita eterna per la promessa molto incerta di una cura con una trasfusione di sangue!” – La Torre di Guardia del 15 Aprile 1970 p.249

“E se un cristiano è gravemente ferito o ha bisogno di interventi di chirurgia? Supponiamo che i medici gli dicano che deve ricevere una trasfusione di sangue o morirà. Certo, un cristiano non vorrebbe morire … Un cristiano infrangerebbe la legge di Dio solo per rimanere in vita un po’ più a lungo in questo sistema di cose? Gesù disse : “Chi vuole salvare la sua anima [o vita] la perderà; ma chi perderà la propria anima per causa mia, la troverà. ” (Matteo 16:25)  Noi non vogliamo morire . Ma se cercassimo di salvare la nostra vita presente violando la legge di Dio , ci sarebbe il pericolo di perdere la vita eterna. “ – Cosa dice insegna realmente la Bibbia (2005) pp.130-131

C’è qualcosa di tremendamente sbagliato quando una religione insegna che la santità del simbolo della vita sia più importante della vita stessa.

Una registrazione dal Congresso 2016 “Rimaniamo leali a Geova” mostra un membro del Corpo Direttivo, Anthony Morris, lodare un ragazzo che è morto per il rifiuto di una trasfusione di sangue, celebrando con il pubblico il fatto che sarà in paradiso dopo la risurrezione.

Questa storia si basa sull’esperienza del 15enne Joshua Walker, dalla Svegliatevi! 1995 22 gennaio pp.11-15 .

blood-awake-1995-jan-22-page-11

Questa morte inutile è un moderno esempio vergognoso di sacrifici di bambini. Questo povero ragazzo era stato indottrinato a pensare che doveva rifiutare una trasfusione di sangue per “rispettare la sacralità della vita” e Morris descrive disgustosamente i tentativi del medico di aiutare il ragazzo a capire che una trasfusione di sangue avrebbe salvato la sua vita come “persecuzione”.

Queste dichiarazioni indicano che la posizione della Watchtower mostra rispetto per la vita? Confrontatele con il pensiero di Dio.

Matteo 12:7 “Comunque, se aveste compreso che significa questo: ‘Voglio misericordia, e non sacrificio’, non avreste condannato i senza colpa.”

Proibire le trasfusioni di sangue è un esempio di menti Occidentali legalistiche che formulano dottrine senza una comprensione dello spirito originale che sta dietro gli antichi testi biblici orientali. Una trasfusione di sangue non è la stessa cosa di mangiare sangue. In primo luogo, le trasfusioni di sangue non comportano digerire il sangue. In secondo luogo, le trasfusioni di sangue non comportano la morte del donatore. Il comandi biblico sul sangue, come quello dato a Noè in Genesi 9:4, imponeva che il sangue fosse versato a terra nel caso di un animale scannato. La legge del sangue fu data per mostrare rispetto per la vita durante un rituale di uccisione per il cibo.

E’ esplicativo il fatto che agli ebrei non è proibito ricevere trasfusioni di sangue. I rigorosi Ebrei Ortodossi tengono in ammollo la carne, la salano e poi la scolano per tirare fuori tutto il sangue. Nessun gruppo ebraico proibisce le trasfusioni di sangue (allo stesso modo, ai musulmani a cui è proibito bere sangue è permesso ricevere trasfusioni come procedura salva-vita). Questo perché le proibizioni della legge vengono sospese per quanto riguarda le terapie mediche salva-vita. Salvare la vita è più importante di osservare la Legge Mosaica; un principio noto come Pikuach Nefesh.

Gesù mostrò che i cristiani dovevano seguire questo principio quando guariva e mieteva in giorno di Sabato. Usò Davide come esempio per dimostrare che gli atti di misericordia, come salvare una vita, sono più importanti della stretta aderenza alle regole. La Watchtower dice di sapere che la misericordia era uno degli aspetti più importanti della legge.

“Consideriamo, per esempio, l’episodio riportato in Marco 5:25-34. Una donna che soffriva di una perdita di sangue raggiunse Gesù e, dopo avergli toccato il mantello, fu sanata. In base alla Legge era impura e in quanto tale non avrebbe dovuto toccare nessuno (Lev. 15:25-27). Ma Gesù, che comprendeva “le cose più importanti della Legge” tra cui “la misericordia e la fedeltà”, non la rimproverò per ciò che aveva fatto (Matt. 23:23). Al contrario le disse con gentilezza: “Figlia, la tua fede ti ha sanata. Va in pace, e sii ristabilita dalla tua dolorosa malattia”. È davvero toccante che Gesù, spinto dal discernimento, abbia agito in un modo così benigno!” – La Torre di Guardia 15 Febbraio 2015 p.13

Eppure, quando si tratta di vita o di morte in situazioni che includono il sangue, la Watchtower incoerentemente non mostra alcuna pietà per i suoi seguaci. Prendete in considerazione altri esempi scritturali, in situazioni meno estreme rispetto al salvare una vita, in cui la misericordia supera la stretta aderenza alla Legge:

Matteo 12:11 Egli disse loro: “Chi è fra voi l’uomo che avendo una pecora, se gli cade in una fossa di sabato, non l’afferra e la tira fuori?

Marco 3:4,5 Poi disse loro: “È lecito fare di sabato un’opera buona o un’opera cattiva, salvare o uccidere un’anima?” Ma essi tacevano. E dopo aver guardato attorno verso di loro con indignazione, essendo molto addolorato per l’insensibilità dei loro cuori, disse all’uomo: “Stendi la mano”. Ed egli la stese, e la sua mano fu ristabilita.

Matteo 12:1-4 In quel tempo Gesù passò di sabato per i campi di grano. I suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere spighe e a mangiarle. Vedendo ciò, i farisei gli dissero: “Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo ciò che non è lecito fare di sabato”. Egli disse loro: “Non avete letto ciò che fece Davide quando lui e gli uomini che erano con lui ebbero fame? Come entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani di presentazione, che non era lecito mangiare né a lui né a quelli che erano con lui, ma solo ai sacerdoti?

In queste situazioni Gesù stava invocando il principio rabbinico del Pikuach Nefesh, secondo il quale l’obbligo di salvare la vita si sostituisce alla legge ebraica.

“Secondo il Pikuach Nefesh una persona deve fare tutto quanto in suo potere per salvare un’altra vita, anche donare i proprio organi. Ovaday Yosef, l’ex rabbino capo sefardita di Israele, ha stabilito che si può donare un organo ad una persona bisognosa, fin tanto che questo non metta la vita del donatore a rischio. E’ anche consentito viaggiare di Sabato per salvare la vita di una persona. Maimonide ha dichiarato che un Ebreo dovrebbe curarsi dell’individuo, anche un gentile, al fine di incoraggiare la “compassione, la gentilezza e la pace nel mondo” (Mishneh Torah, 2:3). Le leggi sul Sabato possono essere sospese per fornire le cure mediche necessarie ad un individuo in condizioni critiche o ad un individuo in pericolo di vita.”. Pikuach Nefesh, Ariel Scheib (22 aprile 2007)

Il rispetto della vita è la questione più importante per uno studente della Bibbia, il sangue può essere trasfuso in situazioni di vita o di morte. Questo solleva un’altra questione: “Vi sono mai occasioni in cui una trasfusione di sangue è necessaria per salvare la vita?”.

Si, a volte le trasfusioni di sangue sono essenziali per mantenere in vita una persona. Ovviamente non si farà una trasfusione di sangue per ogni problema, così come non non si prendono antibiotici per ogni malattia. Proprio come gli antibiotici hanno delle controindicazioni, così è pure per l’uso del sangue. Tuttavia, gli antibiotici sono essenziali in certe situazioni di vita e di morte, così come il sangue. Prodotti non ematici, come gli espansori di volume, non sono ancora in grado di sostituire la capacità di trasportare ossigeno dei globuli rossi. Quando il conteggio dei globuli rossi diventa basso gli organi soffocano e muoiono per mancanza di ossigeno. In questa situazione di sopravvivenza è necessaria una trasfusione di sangue.

La Società Watchtower ha ammesso, al Parlamento Australiano, che le trasfusioni di sangue sono a volte essenziali per salvare vite umane. Di fronte al Hansard Committee, Vin Toole, che rappresenta l’ufficio legale del ramo australiano della Società Watchtower, ha dichiarato:

“Quello che abbiamo detto è che ci possono essere circostanze in cui il problema diventa una questione di vita o morte” aph.gov.au 27 maggio 2006

Quando gli articoli della Watchtower affermano genericamente che la chirurgia può essere eseguita senza sangue distolgono l’attenzione dei lettori dal fatto che ci sono circostanze in cui il sangue è assolutamente necessario per sopravvivere. In queste situazioni i Testimoni di Geova dovrebbero avere la libertà di scegliere il trattamento più appropriato per il proprio corpo. Il trattato Jehovah’s Witnesses, Blood Transfusions, and the Tort of Misrepresentation by Kerry Louderback-Wood, presenta l’importante scoperta che la Watchtower è stata tutt’altro che onesta nel presentare le informazioni sulle trasfusioni di sangue:

La principale risorsa della Società per quanto riguarda la sua politica sul  sangue “Salvare la vita con il sangue” (opuscolo) spiega sia ai Testimoni che alle persone interessate il divieto sangue della religione. Oltre a dare l’interpretazione religiosa della Società, l’opuscolo si basa su citazioni di storici, scienziati e professionisti del settore medico per rafforzare la sua posizione di no-sangue. Questo trattato prima discuterà sui travisamenti dell’opuscolo riguardo le citazioni di questi scrittori secolari e la possibilità di cause private quando delle persone vengono danneggiate da un’organizzazione religiosa che travisa i fatti secolari.

Louderback -Wood fornisce esempi di pubblicazioni della Watchtower che sono selettive nelle informazioni presentate ai suoi membri per quanto riguarda i pericoli di accettare o rifiutare il sangue, arrivando addirittura a citazioni non pertinenti al fine di condurre i Testimoni di Geova ad una comprensione inesatta della necessità del sangue. Una cosa è chiedere ad un seguace di obbedire rigorosamente ad una specifica interpretazione della dottrina religiosa, un’altra è l’essere disonesti nella rappresentazione delle informazioni mediche. I fedeli hanno diritto ad un consenso informato.

La Watchtower considera così importante impedire ai suoi fedeli di prendere sangue che consiglia a tutti gli anziani di tenersi costantemente in contatto con i Comitati Sanitari (HLC, Hospital Liaison Committee).

Gli anziani dovrebbero essere in grado di contattare l’HLC in qualsiasi momento. Si raccomanda di inserire le informazioni di contatto sul vostro cellulare, forse il prefisso “HLC” per reperirlo facilmente. – Lettera al Corpo Anziani 2 maggio 2016

L’HLC serve ad informare i medici riguarda la posizione della Watchtower sul sangue e assisterli nel considerare strategie mediche alternative. Se la necessità di una trasfusione di sangue è estrema, gli anziani generalmente veglieranno sul Testimone morente per impedirgli di cedere e accettare il sangue.

Posizione attuale

Gli Apostoli non avevano manuali di fisiologia. Non hanno fatto alcuna distinzione tra i componenti del sangue. Quando si parla di sangue ci si riferisce semplicemente… al sangue. Non è stata fatta alcuna differenza per consentire la separazione del sangue in frazioni, permettendo il consumo di un componente del sangue e non di un altro. La legge biblica sul sangue non si riferiva alla raccolta di sangue ma al rispetto per la vita.

La posizione corrente della Watchtower di consentire frazioni del sangue non è scritturale ed è imprecisa. Per giustificare ciò che sono questi componenti principali l’articolo della Torre di Guardia del 2004 conteneva la seguente citazione:

Il libro del 2001 “Emergency Care”, in “composizione del sangue” dichiara: “Il sangue è composto da diversi componenti: Plasma, globuli rossi e bianchi e piastrine”. Così, in linea con i fatti medici, i Testimoni rifiutano le trasfusioni di sangue intero o di uno dei suoi quattro componenti principali.

Il libro che la Watchtower ha scelto di utilizzare come riferimento non è un testo di medicina e fa una semplificazione dei principali componenti del sangue. Come mostrato in testi di medicina come Modern Blood Banking and Transfusion Practices by Denise M. Harmening, Ph.D., nei componenti principali del sangue possono essere inclusi:

Red blood cells, RBC Aliquots, Leukocyte-reduced red blood cells, frozen – deglycerolized red blood cells, platelet concentrate, single donor plasma, cryoprecipitated antihemophilic factor, granulocyte concentrates, factor VIII concentrate, porcine factor VIII, factor IX concentrate (Prothrombin Complex), immune serum globulin, normal serum albumin, plasma protein fraction, Rho(D) immunoglobulin, antithrombin III concentrate.

Dal 2000, i Testimoni di Geova sono stati autorizzati ad accettare trasfusioni di molti di questi componenti del sangue. Per esempio, mentre i globuli bianchi formano meno dell’1% del volume del sangue (e sono vietati ai Testimoni) le proteine sieriche (consentite ai Testimoni) il 6%. L’emoglobina è un componente consentito come trasfusione ai Testimoni e costituisce oltre il 15% del volume del sangue. Sorprendentemente, una volta suddiviso in frazioni un Testimone sarebbe autorizzato a trasfondere il 100% del sangue.

Frazioni di sangue consentite in percentuale al volume totale del sangue

blood-percentages

La Watchtower cerca di dare una parvenza di logica alla sua concessione delle frazioni del sangue presentando il concetto che il sangue si compone di quattro “componenti” principali. L’uso di questi componenti non è cristiano, ma quando questi componenti sono suddivisi in “frazioni” allora il loro uso è accettabile. (W04 6/15 p . 21)

Questa distinzione della Watchtower tra frazioni e componenti è utilizzata per far sembrare che un componente è in qualche modo diverso e quindi è una violazione del comando biblico usarlo, mentre una frazione no. Questo è un ragionamento incorretto in quanto un componente è una frazione, questi termini sono intercambiabili. Molti testi medici si riferiscono ai globuli rossi e bianchi come frazioni. Allo stesso modo, i libri di testo discutono della ripartizione del plasma in componenti.

La seguente lettera del 2007, in risposta ad un Testimone che chiedeva spiegazioni su queste prese di posizione, dimostra come la Società Watchtower usi l’inganno per giustificare il motivo per cui le frazioni sono autorizzate.

watchtower-blood-letter-extract-feb-21-2007

“Questo è il modo in cui i componenti del sangue non frazionati si dispongono naturalmente”

Si tenta di far sembrare questa posizione coerente, cosa che chiaramente non è. Inoltre, il sangue non si “fraziona naturalmente” in quattro componenti principali. Questo si verifica solo dopo essere stato sottoposto adblood-centrifugation una centrifuga con additivi.

La classificazione usata dalla Watchtower del sangue composto da quattro frazioni principali di plasma, globuli rossi, globuli bianchi e piastrine è una di quelle comuni. E’ corretta, anche se è una semplificazione base derivata da quando il sangue viene elaborato attraverso una centrifuga. Il risultato è:

  • Plasma
  • Buffy coat – Globuli bianchi (Leucociti) e piastrine
  • Globuli rossi (Eritrociti)

Questa classificazione è solo una delle tante per descrivere il sangue. Il sangue può essere classificato alternativamente come composto da quattro componenti principali di plasma, globuli grassi, elementi chimici e gas, con globuli rossi e bianchi considerati come frazioni del plasma. (mcghealth.org 24 maggio 2008)

In alternativa, “il sangue è costituito da materiale cellulare (globuli rossi 99%, con globuli bianchi e piastrine che costituiscono il resto), acqua, amminoacidi, proteine , carboidrati, lipidi, ormoni, vitamine, elettroliti, gas disciolti e rifiuti cellulari”. (chemistry.about.com 24 maggio 2008 )

In poche parole il plasma sanguigno è un liquido composto da acqua, globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, proteine , glucosio, ioni minerali, ormoni, anidride carbonica, immunoglobuline, fattori di crescita, albumina più una miriade di altre sostanze.

I Testimoni di Geova non sono autorizzati ad utilizzare i globuli bianchi (leucociti). Questa è una posizione illogica e i leucociti dovrebbe essere consentiti utilizzando lo stesso ragionamento che consente altre frazioni .

Piuttosto che un componente principale, i leucociti costituiscwhite-blood-cellsono solo l’1% del volume del sangue. I globuli bianchi sono classificati in diversi tipi, tra cui neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti e monociti. Ogni tipo ha una forma e una funzione distinta, e costituisce solo una frazione dell’uno per cento del sangue .

Una madre trasfonde naturalmente globuli bianchi al suo bambino durante l’allattamento. Questi leucociti si formano nel midollo osseo e sono trasferiti alla ghiandola mammaria attraverso i vasi linfatici. Il colostro, il primo latte materno che la madre fornisce al suo bambino appena nato, contiene diverse centinaia di migliaia di globuli bianchi per millilitro, che sono importanti nella costituzione del sistema immunitario del bambino.

See www.nature.com and wikipedia.org (24th May 2014)

L’argomentazione della Watchtower che il sangue è composto da quattro componenti è ingannevole. Viene usata questa definizione in modo da far apparire accettabile l’uso delle frazioni di questi quattro componenti. In realtà, molte di queste “frazioni” consentite si trovano nel plasma in maniera molto simile a “componenti” come i globuli rossi.

Ad esempio, il sistema gerarchico presentato dalla Watchtower fa apparire che l’uso delle piastrine offenda Dio a differenza dell’uso di immunoglobuline. Tuttavia, in realtà entrambi sono componenti sospesi nel plasma, e mentre le “accettabili” immunoglobuline compongono l’1,7% del totale del volume del sangue, le piastrine ne compongono solo lo 0,5%.

Gli scrittori della Bibbia non erano a conoscenza di nessuna di queste definizioni. Il sangue non veniva separato in una centrifuga. Il sangue veniva semplicemente considerato come sangue. Per dare una parvenza di logica, la Watchtower dovrebbe o consentire o vietare l’utilizzo del sangue, in qualsiasi forma. Se si volesse impedire il sangue intero, ma (un po’ illogicamente) consentire le frazioni del sangue, allora tutte le frazioni dovrebbero essere considerate accettabili, inclusi globuli rossi e bianchi.

Utilizzare la definizione dei “4 componenti principali” è una decisione arbitraria. Alcuni libri di medicina ad esempio menzionano solo 2 componenti principali, globuli rossi e plasma. Se la Watchtower avesse scelto la definizione di 2 componenti principali avrebbe quindi potuto consentire globuli bianchi e piastrine. Altre fonti elencano 16 componenti principali. Se avesse scelto questa lista non sarebbero consentite molte delle frazioni che invece adesso lo sono. Altre fonti dividono il sangue in componenti chimici che cambierebbero totalmente quello che è permesso e quello che no. La Watchtower ha utilizzato una definizione arbitraria, determinando un risultato arbitrario. L’unico modo per avere una dottrina coerente è di avere una politica di “tutto o niente”.

“Fake Blood, Real Controversy” by Randy Dotinga discute di alcuni prodotti che sono creati da frazioni di sangue che i Testimoni di Geova sono ora autorizzati ad accettare.

PolyHeme e Hemopure, da Biopure con sede nel Massachusetts, sono nelle fasi finali della ricerca. Hemopure, utilizzati in chirurgia, è ottenuto da sangue di mucca, mentre PolyHeme è derivato dall’emoglobina, una proteina presente nei globuli rossi. C’è un altro vantaggio che ha ottenuto scarsa attenzione. Mentre la chiesa dei Testimoni di Geova scoraggia le trasfusioni a causa del comando biblico contro il consumo di sangue, ha dato al suo milione di membri americani margine di manovra per accettare prodotti che non sono derivati dai componenti principali del sangue” (wired.com 6 aprile 2004)

L’articolo di cui sopra dimostra che i Testimoni di Geova sono autorizzati ad accettare trasfusioni di prodotti derivati sia dal sangue umano che animale. L’articolo di Dotinga continua mettendo in chiaro quanto sia sbagliata la convinzione che hanno i Testimoni del fatto che i prodotti non ematici siano un’invenzione moderna, e che per questo sia consentito ora usarli. I prodotti non ematici sono stati sviluppati già nei primi anni del 1900, prima che la presa di posizione dei Testimoni sul sangue entrasse in vigore. Il motivo per cui sono stati necessari è che la disponibilità di sangue è generalmente scarsa, il sangue non è compatibile con tutte le persone, non può essere conservato per lunghi periodi (il sangue donato scade dopo 42 giorni) e può trasmettere malattie. Molti sforzi stanno andando nella direzione della creazione di un vero e proprio “sostituto” del sangue per risolvere questi problemi.

La posizione della Watchtower sul sangue presumibilmente si fonda sul concetto della sacralità del sangue. La Torre di Guardia del 15 settembre 1961  p.559 dichiarava che “sia intero che frazionato, proprio o di chiunque altro, trasfuso o iniettato, è sbagliato”. Il sangue non veniva ne mangiato ne trasfuso ma versato a terra in segno di rispetto per Dio e il suo dono della vita. Se è così, come può ora la Watchtower considerare accettevole l’uso di frazioni del sangue o sostituti del sangue come Hemopure? L’assunzione di grandi quantità di sangue e la trasformazione in componenti per un uso successivo mostra meno rispetto per la santità di sangue di una trasfusione di sangue.

Si consideri la logica dietro il concetto che una frazione minore è accettabile, ma una maggiore non lo è. In Genesi 3:3 Dio ha proibito ad Eva di mangiare del frutto dell’albero della conoscenza.

Ma in quanto a [mangiare] del frutto dell’albero che è nel mezzo del giardino, Dio ha detto: ‘Non ne dovete mangiare, no, non lo dovete toccare affinché non moriate’”.

Avrebbe Geova ritenuto accettabile se Eva avesse appena rosicchiato la buccia, frazionato e mangiato il succo o in qualche modo estratto solo la vitamina C?

Atti 15:29 dice anche di astenersi dalle “cose strangolate”. Usando la logica della Watchtower che una frazione di sangue è accettabile, una frazione di un animale strangolato sarebbe accettabile, compresi sottoprodotti quali il sego o le farine proteiche. Questa sarebbe chiaramente una scappatoia per aggirare il comando biblico e non potrebbe essere considerato “astenersi dalle cose strangolate”.

Il tesserino sul sangue australiano del 2008 richiede ai Testimoni di spuntare quali frazioni e procedure mediche sul sangue sono o non sono disposti ad accettare. Questo include dialisi, blood patch epidurale, plasmaferesi, etichettatura o tagging e gel piastrinico. Pensate davvero che quando Luca scrisse Atti capitolo 15 avrebbe mai potuto immaginare che le sue parole avrebbero dato vita ad un così intricato dettaglio legislativo?

La posizione dal 2000 della Watchtower sul sangue è simile a cambiare Atti 15:29 in questo modo:

“Astenetevi dalle cose sacrificate agli idoli e dal sangue, [cioè sangue intero e i suoi quattro componenti, cioè globuli rossi, globuli bianchi, piastrine e plasma. Tuttavia, si può liberamente assumere altri componenti o i componenti di cui sopra a condizione che siano stati ulteriormente frazionati, a meno che la vostra coscienza vi impedisca anche questi] e dalle cose strangolate … “

Giustificazione della Watchtower

I Testimoni di Geova vengono tremendamente criticati per la loro posizione sulle trasfusioni di sangue. La Bibbia non menziona mai le trasfusioni di sangue, ma la Watchtower ragiona che se il sangue non può essere mangiato allora ne deve seguire che sarebbe altrettanto irrispettoso trasfonderlo. Come verrà mostrato, gran parte del ragionamento che la Watchtower ha utilizzato per quanto riguarda le trasfusioni è impreciso, con il risultato che è un atteggiamento incoerente su come può o non può essere utilizzato il sangue.

Il ragionamento inizialmente dato per sostenere il motivo per cui le trasfusioni di sangue sono state bandite era che si trattava di una sostanza nutritiva nello stesso modo del cibo:

“Ogni volta che il divieto del sangue è menzionato nelle Scritture è in relazione alla sua assunzione come cibo, quindi è come un nutriente che viene proibito.”. La Torre di Guardia del 15 settembre 1958 p.575

Il sangue non è una sostanza nutritiva. Le trasfusioni di sangue non nutrono il corpo e non è questo il motivo per cui ad un paziente viene somministrata una trasfusione. Il sangue è usato come espansore di volume e per trasportare ossigeno. La Watchtower ha ora compreso questo e non utilizza più questo ragionamento sbagliato. Tuttavia, piuttosto che cambiare il divieto del sangue ha iniziato ad utilizzare una nuova linea di ragionamento. Per creare un collegamento tra le trasfusioni di sangue e il mangiare il sangue la Watchtower dice ora così:

“Prendiamo il caso di una persona a cui il medico abbia detto di astenersi dall’alcool. Rispetterebbe il divieto se smettesse di bere alcool ma se lo facesse trasfondere direttamente nelle vene?” – Ragioniamo pagina 337

I medici professionisti trovano questo argomento illogico per due motivi. Anche se è consigliato ad un alcolizzato di non bere alcol, questo non impedirebbe ad un medico di somministrargli un disinfettante a base di alcool per una lacerazione. Inoltre, quando il sangue viene introdotto direttamente nelle vene come trasfusione, entra in circolo e funziona da sangue, mentre il sangue ingerito per via orale non entra in circolo, dal momento che durante la digestione viene scomposto in componenti semplici. D’altra parte, se una persona ingerisce oralmente alcool o se lo inietta, questo entra nel flusso sanguigno come alcool, in quanto non viene scomposto durante il processo digestivo nello stomaco.

Una trasfusione di sangue può essere considerata in realtà un trapianto d’organo cellulare e i trapianti di organi sono consentiti dalla Società Watchtower. Per mostrare come sia irrilevante l’illustrazione che viene usata, considerate di dirla in un altro modo:

“Prendiamo il caso di una persona a cui il medico abbia detto di astenersi dalla carne. Rispetterebbe il divieto se smettesse di mangiare carne ma accettasse un trapianto di rene?” (Source http://www.ajwrb.org/history/index.shtml)

Una linea più importante di ragionamento contro le trasfusioni di sangue è che la Bibbia dice che il sangue non doveva essere conservato, ma versato a terra. Per questo motivo, ai Testimoni è vietata anche la trasfusione del proprio sangue conservato (La Torre di Guardia del 15 ottobre 1959 p.640, La Torre di Guardia del 15 ottobre 2000 p.31). Anche se questo ragionamento sembra in parte logico, si può evidenziare facilmente come sia diventato grossolanamente incoerente lo standard della Watchtower. Questo ragionamento è utilizzato per proibire ad un Testimone di Geova:

  • donare sangue
  • trasfondere sangue
  • trasfondere quattro componenti del sangue (globuli bianchi, rossi, piastrine e plasma)

Però ad un Testimone di Geova è consentito farsi prelevare e conservare sangue per delle analisi. I vaccini, che sono coltivati in sangue conservato, sono consentiti. Molti tipi di frazioni di sangue, ottenuti da sangue conservato, sono permessi e sono consentiti trattamenti medici derivati da grandi quantità di sangue conservato.

Per indicare quanto sia incoerente questa posizione, vale la pena di considerare le iniezioni di immunoglobuline, che sono ora autorizzate per essere utilizzate dai Testimoni (Svegliatevi! 8 dicembre 1994). Le iniezioni di immunoglobuline sono utilizzate come terapia sostitutiva in persone il cui corpo non produce abbastanza immunoglobuline o per il trattamento di persone che non sono state vaccinate contro alcune infezioni virali come l’epatite A ed il morbillo. Ci vogliono circa 3 litri di sangue per ottenere abbastanza gammaglobuline per una sola iniezione. Il sangue viene prelevato da un ammasso di grande quantità, dato che gli anticorpi contro queste malattie si trovano più facilmente se se sono stati aggiunti insieme abbastanza campioni di sangue. Secondo IDF Patient/Family Handbook p.76:

“Il sangue viene raccolto da ben 60.000 persone, e poi mischiato assieme. Il primo passo nella produzione di gammaglobuline è quello di centrifugare il sangue per rimuovere tutti i globuli rossi e bianchi. Poi, le gammaglobuline vengono chimicamente purificate dal plasma liquido in una serie di fasi che coinvolge il trattamento con alcol. Questo processo determina la purificazione di anticorpi di immunoglobulina di classe G (IgG), ma solo tracce di IgA e IgM rimangono nella frazione finale.”

E’ veramente difficile capire il doppio standard che la Watchtower ha creato qui. Da un lato si dice che il sangue è così sacro che non deve essere conservato ma versato a terra. Non è consentito nemmeno conservare il proprio sangue per poche ore per poi trasfonderlo durante un intervento chirurgico. Alcuni componenti del sangue non sono consentiti, ad esempio i globuli bianchi che costituiscono meno dell’1 % del volume del sangue. D’altra parte però la Watchtower non considera sbagliato l’utilizzo di farmaci preparati attraverso la conservazione e la miscelazione del sangue di 60.000 persone messo insieme. Se il sangue è così sacro che non può essere conservato per un trasfusione, non dovrebbe per coerenza neanche essere permessa la conservazione e la trasformazione di sangue in frazioni.

Alcune illustrazioni aiutano a spiegare l’inconsistenza di permettere le trasfusioni di componenti del sangue, ma non il sangue intero. Se il furto e la rivendita di un auto è un crimine, sarebbe meno un crimine se il ladro facesse la macchina a pezzi e ne vendesse i componenti singolarmente? O quando Dio disse ad Adamo ed Eva di non mangiare il frutto dell’albero della conoscenza, sarebbero stati giustificati se l’avessero tagliato e trasformato in marmellata prima di mangiarlo?

Questo doppio standard ha portato anche i Testimoni di Geova a prendere dalla comunità qualcosa che non sono disposti a restituire. I Testimoni di Geova rifiutano di donare il sangue a beneficio di altre persone, mentre loro beneficiano della fornitura di sangue donato liberamente.

Dato che la dottrina contro le trasfusioni di sangue si basa su ragionamenti illogici e manca di motivazioni coerenti, la Watchtower si affida costantemente alla paura come motivazione per astenersi dal sangue. Diversi articoli di pubblicazioni Watchtower infondono la paura del sangue nel Testimone medio. Uno sguardo all’Indice della Watchtower mostra argomenti relativi al pericolo di trasfusioni di sangue, sangue che viene contaminato dall’AIDS, funghi ed epatite e “il grande business del sangue”. Considerate le seguenti dichiarazioni:

“Il sangue di ogni persona è in realtà la persona stessa. … veleni a causa della vita personale, abitudini nel mangiare e bere … I veleni che producono l’impulso a commettere suicidio, omicidio o rubare sono nel sangue . Follia morale, perversioni sessuali, repressione, complessi di inferiorità, piccoli reati – questi spesso seguono sulla scia di una trasfusione di sangue.” – La Torre di Guardia del 1 settembre 1961 p.564

“Spesso, in connessione con i tentativi di forzare le trasfusioni sui figli dei Testimoni di Geova, grande ostilità pubblica è stata montata dalla stampa. In alcuni casi, anche senza un udienza legale in cui i genitori potessero parlare, i giudici hanno ordinato che i loro figli fossero trasfusi. In più di 40 casi in Canada, tuttavia, i bambini trasfusi sono stati restituiti morti ai loro genitori.” – I Testimoni di Geova, proclamatori del Regno di Dio p.184

“Ma i Testimoni di Geova credono che essere trasfusi . . . [Può] causare la dannazione eterna.” – Come il sangue può salvare la vita p.31

La Watchtower si spinge fino a sostenere che è stata dimostrata la validità della sua legge contro le trasfusioni di sangue. Dice che la validità è stata dimostrata dal fatto che le trasfusioni trasmettono malattie e che il corpo lo rigetta come un organo estraneo. Questo argomento è stato particolarmente utilizzato dallo scoppio dell’AIDS (La Torre di Guardia del 15 giugno 1985 p.30). Si tratta di una posizione contraddittoria, perché si evita di dire che alcuni Testimoni hanno contratto l’AIDS da trasfusioni di Fattore VIII e IX, componenti di sangue consentiti. Si tralascia il fatto, inoltre, che un Testimone può accettare un trapianto d’organo, anche se pure per questo intervento esiste il pericolo di rigetto e di contrarre malattie.

Dottrina mutevole

I Testimoni di Geova credono che il Corpo Direttivo sia guidato dallo spirito santo di Dio e quando dichiara che le trasfusioni di sangue sono sbagliate, allora è la volontà di Dio. Un esame della storia di questo insegnamento fornisce le prove della mancanza di direzione divina. Non solo vi sono stati cambiamenti significativi in ciò che è accettabile, ma la posizione corrente è illogica.

Originariamente ai Testimoni di Geova erano permessi vaccinazioni, trapianti e sangue. In alcuni momenti nella storia del 1900 ai Testimoni di Geova era proibito tutto quanto sopra. Ora tutti questi sono ammessi ancora una volta in una forma o nell’altra. Anche se le trasfusioni di sangue complete e importanti frazioni del sangue sono ancora proibite, tecnicamente il 100% dei componenti del sangue possono ora essere trasfusi nelle loro parti frazionate.

Fino al 1927, la Società Watchtower intendeva che le leggi bibliche contro il sangue non erano vincolanti per i cristiani. Russell accettava la generale comprensione teologica su questo argomento, tra cui che il divieto in Atti non era vincolante per i cristiani e veniva osservato nel primo secolo solo per mantenere la pace tra ebrei e gentili.

“Egli ha inoltre suggerito di scrivere a loro semplicemente di astenersi dalle cose contaminate dagli idoli, cioè, dalle carni sacrificate agli idoli (versetto 29), dalle cose strangolate e dal sangue, perchè mangiare queste cose poteva diventare causa di inciampo per i loro fratelli ebrei (Vedi 1 Corinti 8:4-13) e dalla fornicazione … si noterà che nulla viene detto su come osservare i Dieci Comandamenti né alcuna parte della legge ebraica. Veniva evidentemente dato per scontato che aver ricevuto . . lo spirito di Cristo, la nuova legge dell’amore era divenuto un regolamento generale per loro. Le cose menzionate erano solo per evitare di inciampare loro stessi o divenire pietre d’inciampo per gli altri.” – La Torre di Guardia 15 novembre 1892 pp.350-351

“Tali divieti non erano mai giunti ai Gentili, perché non erano mai stati sotto il Patto, ma erano così profondamente radicati nelle idee degli ebrei che era necessario per la pace della chiesa che i Gentili dovessero osservare queste cose: (1) Astenersi dal sacrifici agli idoli, (2) dal sangue e (3) dalle cose strangolate. E’ nostro parere, quindi, che queste cose superate dalla legge dell’amore dovevano essere osservate da tutti gli Israeliti spirituali come rappresentazione della volontà divina.” . Torre di Guardia 15 aprile 1909  pp.116-117

Nel 1945, l’edizione olandese di Consolazione criticava il divieto delle trasfusioni di sangue come mancanza di misericordia.

“Quando perdiamo la nostra vita perché rifiutiamo le vaccinazioni, questo non testimonia come giustificazione nel nome di Geova. Dio non ha mai emanato norme che vietano l’uso di farmaci, vaccinazioni o trasfusioni di sangue. E’ un’invenzione di persone che, come i farisei, mettono da parte la misericordia e l’amore di Geova.” – Consolazione settembre 1945  p.16 (tradotto da Olandese)

Mangiare il sangue non fu vietato fino al 1927, sotto la guida di Rutherford, quando la Watchtower fece l’affermazione che il patto con Noè era eterno.

Allo stesso tempo, Dio è entrato in un patto con Noè, patto che comprendeva tutti gli esseri viventi, e quel patto è designato dal Signore: “Il patto eterno” … Dio disse a Noè che ogni creatura vivente doveva servirgli da cibo ma che non doveva mangiarne il sangue, perché la vita è nel sangue.” – La Torre di Guardia dicembre 1927 p.371

Se la dottrina del sangue è una dottrina così critica, ci si dovrebbe chiedere perché Dio avrebbe aspettato così tanti decenni prima di rivelarla come tale attraverso la Watchtower. Quanto seriamente una persona dovrebbe prendere gli insegnamenti medici della Watchtower degli anni 1920/30? Questo fu il periodo di tempo in cui l’editore della Golden Age, Woodworth, affermava che la “Medicina origina dalla demonologia” e condannava le vaccinazioni, le donne che si tagliavano i capelli, la gomma da masticare, utilizzare pentole di alluminio e mangiare la prima colazione – vedere Medical Changes

La Torre di Guardia del 1 Luglio 1945 pp.199-200 conteneva la prima argomentazione che la proibizione di Dio si applica anche al sangue umano. E’ inclusa la menzione delle trasfusioni di sangue, anche se ancora non le vietava direttamente.

Fu solo nel 1950 che la Watchtower specificamente delineò la sua proibizione delle trasfusioni di sangue, oltre 80 anni dopo l’inizio della Società Watchtower.

La Watchtower non ha aspettato decenni per introdurre questo decreto perché le trasfusioni di sangue erano una nuova invenzione. In effetti, la Torre di Guardia del 1 luglio 1945 citava il Volume 4 di The Encyclopedia Americana, Revised Edition del 1929, affermando:

“Le trasfusioni di sangue risalgono fin dal tempo degli antichi egizi. Il primo caso segnalato è quella praticata su Papa Innocenzo VIII nel 1492. … E’ stato alla fine del 18° e all’inizio del 19° secolo che è stato fatto il lavoro più attivo nella creazione di trasfusioni per l’emorragia a seguito di un intervento chirurgico”

Le trasfusioni di sangue sono state utilizzate con successo per curare gli esseri umani fin dai primi anni del 1800. Tipi di sangue ABO erano stati identificati nel 1930 e la prima banca del sangue è stata fondata nel 1932 (bloodbook.com/trans-history.html Oct 2008). Dal “1940, gli scienziati avevano cominciato a separare il sangue in componenti” (Svegliatevi! 22 ottobre 1990 p.4)

Nel 1951 venne chiarito in modo molto dettagliato che un Testimone non deve usare il sangue in qualsiasi forma, ma rimaneva comunque una questione di coscienza e non era un reato passibile di disassociazione.

“Tuttavia, le congregazioni non sono mai state incaricate di Disassociare coloro che prendono volontariamente le trasfusioni di sangue o le approvano. Lasciamo il giudizio di tali violatori della legge di Dio riguardante la sacralità del sangue a Geova, il Giudice Supremo” – La Torre di Guardia del 1 agosto 1958 p.478

Con la Torre di Guardia del 15 gennaio 1961 pp.63-64 accettare trasfusioni di sangue è diventato un reato punibile con la disassociazione, sottolineando quindi l’importanza che questa dottrina aveva assunto per la Società Watchtower.

“A partire dal 1961 chiunque ignorava l’esigenza divina e accettava le trasfusioni di sangue, e manifestava un atteggiamento impenitente, veniva disassociato dalla congregazione dei Testimoni di Geova” – Testimoni di Geova, proclamatori del Regno di Dio pp.183-184

Questo vale per un Testimone di Geova che consuma o trasfonde sangue o un genitore che permette ai suoi figli di ricevere una trasfusione di sangue. Questo nonostante il Nuovo Testamento non menzioni mai il consumo di sangue come motivo per l’espulsione dalla congregazione.

Vaccinazioni

Le vaccinazioni erano inizialmente consentite.

1921 – Dal 1921, una serie di articoli vennero presentate nella Golden Age che presentavano le vaccinazioni andare contro il patto eterno di Dio (Golden Age 1921 Oct 12 p.17 ; 1931 4 febbraio p.293 ) Vedi Medical Advice – Vaccinations

1952 – Dopo 30 anni la Società Watchtower ritornò ancora una volta alla sua posizione originale, consentendo le vaccinazioni (La Torre di Guardia del 15 dicembre 1952 p.764)

Trapianti di organi

Il trapianto di organi era originariamente descritto come “meraviglioso e utile” (Svegliatevi! 22 dicembre 1949 p.20)

1967 – I trapianti vennero proibiti ai Testimoni perchè considerati cannibalismo. Questo fino a tutti gli anni  ’70 (La Torre di Guardia del 15 novembre 1967 pp.702-704)

1980 – La Società ha annullato la decisione e il trapianto è diventato accettabile, ancora una volta (La Torre di Guardia del 15 marzo 1980 p.31)

Mangiare sangue

Inizialmente il sangue poteva essere mangiato (La Torre di Guardia del 15 novembre 1892 pp.349-352, La Torre di Guardia del 15 aprile 1909 pp.116-117)

1927 – Il sangue è stato non può più essere mangiato (La Torre di Guardia del 1927 dicembre p.371)

Siero del sangue

1954Inaccettabile.

“Ci è stato detto che ci vogliono uno e un terzo di pinte di sangue intero per ottenere abbastanza proteine del sangue o “frazioni” note come gammaglobuline per una sola iniezione … il suo essere fatto composto da sangue intero lo pone nella stessa categoria delle trasfusioni di sangue per quanto riguarda il divieto di Geova” – Svegliatevi! 8 gennaio 1954 p.24

1958Accettabile (La Torre di Guardia del 15 settembre 1958 p.575)

1963Inaccettabile (La Torre di Guardia del 15 febbraio 1963 p.124)

1965Accettabile (La Torre di Guardia del 15 novembre 1964 pp.680-3)

1974Questione di coscienza (La Torre di Guardia del 1 giugno 1974 pagina 352)

Emodiluizione

1972Inaccettabile

“The Journal of American Medical Association, datato Nov 15, 1971, descrive una procedura per la chirurgia a cuore aperto che si avvale dell’emodiluizione. “All’inizio dell’operazione una grande quantità di sangue viene prelevata in una sacca di plastica. Anche se il sacchetto viene lasciato collegato al paziente mediante un tubo, il sangue rimosso e conservato non è più circolante nel sistema del paziente. Esso è sostituito con un espansore del volume plasmatico, che diluisce il sangue rimanente nelle vene e che si dissipa gradualmente durante la procedura operativa. Vicino alla conclusione dell’operazione il sangue conservato viene reinfuso nel paziente. The New York Times di nOV 9, 1971 ha riportato un procedimento alquanto simile nel quale alcuni giorni prima di subire un intervento chirurgico quattro litri di sangue vengono rimossi e conservati. Durante l’operazione il sangue conservato della persona è trasfuso nuovamente dentro di lui, evitando così il pericolo di malattie e di sangue non corrispondente. Queste tecniche sono degne di nota per i cristiani, in quanto in contrasto con la Parola di Dio. La Bibbia mostra che il sangue non deve essere preso da un corpo, immagazzinato e poi riutilizzato” – Svegliatevi! 1972 8 aprile p.30

1982Discutibile

“Tecniche per la raccolta o emodiluizione intraoperatoria che coinvolgono lo stoccaggio di sangue sono riprovevoli per loro.” Svegliatevi! 1982 22 giugno p.25

1983Accettabile.

“E’ con questo in mente, e non solo per onorare le richieste dei Testimoni di Geova, che Denton Cooley [di Houston, Texas] ha eseguito operazioni a cuore aperto per oltre sette anni, limitando le trasfusioni per quanto possibile, sostituendo l’emodiluizione, diluendo il il sangue del paziente con una soluzione di glucosio e eparina” Svegliatevi! 1983 22 marzo p.16

Trasfusioni

Originariamente consentite. Le trasfusioni di sangue e la donazione venivano lodate (Golden Age 1925 29 luglio p.683 , Golden Age 1 maggio 1929 p.502 , Consolazione 1940 25 dicembre p.19)

1945Proibite. Le trasfusioni di sangue vennero prima indicate come sbagliate (Torre di Guardia del 1 luglio 1945 p.198-201)

1961 – Diventa un peccato punibile con la disassociazione (La Torre di Guardia del 15 gennaio 1961 pp.63-64) Nel 1961 veniva chiaramente specificato che la legge sul sangue valeva sia per il sangue intero che per componenti del sangue come le frazioni e l’emoglobina.

“Se si ha motivo di credere che un determinato prodotto contenga sangue o una frazione di sangue, se l’etichetta dice che alcune compresse contengono emoglobina, questo è dal sangue … un cristiano sa, senza bisogno di chiedere, che deve evitarlo” – La Torre di Guardia 1961 1 novembre p.669

Vengono, di nuovo, gradualmente consentite

1982 – Vengono elencati i componenti del sangue e alcuni componenti minori consentiti. I principali componenti e l’emodiluizione sono vietati (Svegliatevi! 1982 22 giugno p.25)

1995 – L’emodiluizione normovolemica acuta (ANH) e la procedura di salvataggio del proprio sangue sono accettabili, nonostante sia necessario conservare per poco tempo il sangue fuori dal corpo (La Torre di Guardia del 1 agosto 1995 p.30)

2000 – Cambiamento importante sulla politica del sangue. Adesso praticamente tutto il sangue è utilizzabile se convertito in frazioni minori.

” … Quando si tratta di frazioni di uno qualsiasi dei componenti principali, ogni cristiano, dopo attenta meditazione in preghiera, deve coscienziosamente decidere per se stesso”. La Torre di Guardia del 15 giugno 2000 pp.29-31

La Torre di Guardia del 15 giugno 2004 pp.19-23 contiene una dettagliata discussione sul sangue, e include un grafico che mostra graficamente che le trasfusioni di sangue intero e dei “principali” componenti sono vietate. Vengono considerati componenti: globuli rossi, globuli bianchi, plasma e piastrine. Tuttavia, possono essere utilizzate delle frazioni di questi quattro componenti.

In altre parole, se il sangue viene scomposto in componenti abbastanza piccoli può essere trasfuso al 100% in un Testimone di Geova.

Gods-love-blood-chart

“Mantenetevi nell’amore di Dio” (2008) p.216

 

Emoglobinakm2006Nov-blood-insert-p5

L’emoglobina è ciò che rende il sangue quello che è, dato che trasporta l’ossigeno. E’ anche un componente importante di sangue, pari al 33 % dei globuli rossi e il 14% di tutto il sangue. Come tale, consentire l’emoglobina rende del tutto priva di significato la politica sul sangue della Watchtower.

1992Specificamente vietata 

“Sarebbe giusto, ovviamente, evitare prodotti che contengono cose come sangue, plasma sanguigno, plasma, globulina o emoglobina.” – La Torre di Guardia del 15 ottobre 1992 p.31

2000 Indirettamente consentita. Con la Torre di Guardia del 15 giugno 2000 che affermava che le frazioni dei quattro componenti del sangue sono consentiti, l’emoglobina è stata indirettamente permessa, essendo una frazione dei globuli rossi. La stessa conclusione si può anche dedurre dal grafico del 2004.

2006 – Specificatamente consentita. Nel Ministero del Regno del novembre 2006 p.5, si dichiarava specificamente che trasfondere l’emoglobina è una decisione personale.

Determinare quali componenti consentire

Nel 1958 il criterio per determinare ciò che è accettabile era correlato al fatto se il componente “nutriva” il corpo, cosa che portava i sieri ad essere consentiti.

“Anche se Dio non intendeva che l’uomo contaminasse il suo flusso sanguigno con vaccini, sieri o frazioni di sangue, fare questo non sembra essere incluso nel divieto di Dio del sangue come cibo. Sarebbe dunque una questione di giudizio individuale accettare tali tipi di farmaci o no”. – La Torre di Guardia del 15 settembre 1958 p.575

Nel 1982 il concetto di “nutrimento” è stato sostituito con una considerazione sull'”importanza” della frazione. I componenti principali sono proibiti, ma alcuni componenti minori sono ammessi.

“Anche se questi versetti non sono espressi in termini medici, i Testimoni escludono la trasfusione di sangue intero, globuli rossi concentrati e di plasma, così come WBC e la somministrazione di piastrine. Tuttavia, la comprensione religiosa dei Testimoni non vieta categoricamente l’uso di componenti come l’albumina, l’immunoglobulina e i preparati emofiliaci. Ciascun Testimone deciderà personalmente se accettarli.” – Svegliatevi! 22 giugno 1982 p.25

Nel 1990, la considerazione se i componenti minori possono essere usati era legato al relativo trasferimento nella placenta.

“Che alcuni frazioni proteiche del plasma si muovano naturalmente nel sistema sanguigno di un altro individuo (il feto) può essere un’altra considerazione quando un cristiano deve decidere se accettare immunoglobulina, albumina o iniezioni di questo tipo di frazioni di plasma. Una persona può sentire che in coscienza può accettarli, un altro porebbe concludere di no. Ognuno deve risolvere la questione personalmente davanti a Dio.” – La Torre di Guardia del 1 giugno 1990 p.31

Nel 2000, la regola è stata notevolmente semplificata. Un componente “importante” non può essere utilizzato, ma uno “minore” si, anche se la sezione seguente mostra che non vi è alcuna base o logica dietro questo tipo di ragionamento. Questa distinzione è identificata nel libro del 2008 Mantenetevi nell’amore di Dio.

Un volantino del 2000 per il Comitato Sanitario va più in dettaglio per quanto riguarda ciò che è o non è accettabile.

blood-acceptable-handout

Posizione scritturale sul sangue

Il consumo di cellule del sangue non è un problema per la Bibbia, dato che la carne può essere mangiata nonostante contenga sangue. La questione è il rispetto per la sacralità della vita. Anche se le leggi bibliche sul sangue sono cambiate nel corso del tempo, l’esigenza di mostrare rispetto per la vita no. Rifiutare il sangue in una situazione di vita o di morte mostra tale rispetto? E’ interessante esaminare lo sviluppo scritturale.

Noè

Legge data a Noè

Dopo il diluvio Dio diede a Noè ciò che a cui gli ebrei si riferiscono come le sette leggi di Noè.

“Dal tempo di Noè c’erano sette leggi che i non ebrei erano tenuti a rispettare per poter diventare adoratori del Dio di Abramo. Osservare le leggi di Noè non garantisce la salvezza, anche gli ebrei sanno che non basta solo osservare la legge  . . . .  Solo il Messia può. Queste leggi sono semplicemente istruzioni per il nostro bene. La parola “legge” significa “istruzione”. Le leggi di Noè sulla base di Genesi nove sono:

*Comportarsi con giustizia in tutte le relazioni, e stabilire la giustizia

*Evitare di bestemmiare il nome di Dio

*Evitare di praticare l’idolatria

*Evitare pratiche immorali, in particolare l’incesto e l’adulterio

*Evitare di versare il sangue dei propri simili

*Evitare di derubare i prossimo

*Astenersi dal mangiare carne strappata da un animale vivo”

Auburn.edu (6 Ottobre 2006)

Queste sono le uniche leggi che gli ebrei considerano vincolanti per i Gentili, e non ce n’è nessuna riguardo al mangiare sangue.

La Watchtower sostiene che il comando di astenersi dal sangue ha origine con Noè.

“Dio ha imposto questo limite. Non dovevano consumare sangue (Genesi 9:3,4).” – La Torre di Guardia del 1 ottobre 2008 p.31

Genesi 9:4 non dice niente sul mangiare il sangue, piuttosto a Noè fu detto:

“Solo non dovete mangiare la carne CON la sua anima, il suo sangue.”

Questo comando riguarda il rispetto della vita degli animali durante il rito della macellazione. Non afferma che il sangue non poteva essere mangiato. Nella sua rigorosa formulazione in ebraico, significa che non bisogna prelevare carne da un animale per cibo mentre l’animale è ancora vivo. In generale, si intende che per rispetto verso la vita di un animale, questo doveva essere dissanguato quando ucciso per uso alimentare. E’ un comando contro il mangiare cose strangolate.

La Watchtower utilizza questa come scrittura chiave per dimostrare che le trasfusioni di sangue non devono essere utilizzate, nel tentativo di applicare questo comando al consumo di sangue umano. Nessuno di questi due fattori vengono menzionati in questa Scrittura.

Anche la Watchtower originariamente riconosceva che Genesi 9:4 non si applica al mangiare sangue, come mostrato nel seguente articolo che tentava di dimostrare che le vaccinazioni erano sbagliate:

“Qualsiasi mente ragionevole deve concludere che non era il mangiare del sangue che Dio stava contestando, ma era il mettere in contatto il sangue della bestia con il sangue dell’uomo” – Golden Age 4 febbraio 1931 p.294

Mostrando che la legge di Noè era legata all’atto di uccidere un animale, piuttosto che al sangue stesso, Deuteronomio 14:21 permetteva agli israeliti di vendere animali non-dissanguati trovati morti come cibo per i “residenti forestieri” e gli “stranieri”. Questo perché il residente forestiero era vincolato alla legge di Noè, ma non alla legge Mosaica.

Legge Mosaica

La Legge Mosaica conteneva oltre 600 leggi per la nazione di Israele, aggiungendo notevolmente alle leggi che erano state date a Noè. Per la prima volta, una legge affermava che il sangue non doveva essere mangiato. Farlo era punito con la morte.

Levitico 17:10 In quanto a qualunque uomo della casa d’Israele o a qualche residente forestiero che risiede come forestiero in mezzo a voi  il quale mangi qualsiasi sorta di sangue, certamente porrò la mia faccia contro l’anima che mangia il sangue, e in realtà la stroncherò di fra il suo popolo.

Eppure, anche questo era legato al rito di dissanguamento di un animale ucciso per il cibo, non al sangue stesso. Questo punto è confermato da Levitico 17:15

In quanto a qualunque anima che mangi un corpo [già] morto o qualcosa di sbranato da una bestia selvaggia, sia nativo che residente forestiero, deve in tal caso lavarsi le vesti e bagnarsi in acqua ed essere impuro fino alla sera; e dev’essere puro

Se l’animale era già morto non veniva applicata la pena di morte per aver mangiato un animale non dissanguato. Piuttosto si era tenuti a purificarsi per essersi contaminati con un corpo morto.

Tutta la Legge Mosaica fu abolita con la morte di Gesù (Romani 10:4). Dato che la Legge Mosaica non è più applicabile ai cristiani, questi non sono tenuti a seguirne i precetti relativi al sangue. La morte di Gesù ha eliminato l’approccio legalista alla vita dettato dalla Legge Mosaica. La sua dichiarazione che i cristiani non sono contaminati da ciò che mangiano include cose che la Legge Mosaica proibiva, come la carne di maiale, le ostriche e il sangue.

Matte 15:11 Non ciò che entra nella bocca contamina l’uomo; ma ciò che esce dalla bocca, questo contamina l’uomo

Marco 7:15 Non c’è nulla fuori dell’uomo che entrando in lui possa contaminarlo; ma le cose che escono dall’uomo sono quelle che contaminano l’uomo”

Davide

Dalla vita di Davide vediamo che il regolamento sul sangue riguardava il rituale di uccisione per il cibo. Davide non era tenuto a dissanguare gli orsi e i leoni uccisi nella protezione delle sue pecore (1 Samuele 17:34-36). In 2 Samuele 23:13-16, quando degli uomini potenti rischiarono la vita per ottenere acqua fresca per Davide, questi versò l’acqua a Geova (come comandato per il sangue) e castigò questi uomini per non aver rispettato la santità della propria vita. Le parole che usò sono illuminanti:

[Davide] non acconsentì a berla, ma la versò a Geova. E diceva: “È impensabile da parte mia, o Geova, che io faccia questo! [Berrò io] il sangue degli uomini che sono andati a rischio delle loro anime?

Davide paragone l’acqua al sangue e alla vita e dimostra che non è il sangue letterale che è importante per Geova, ma piuttosto il rispetto della vita. Geova condanna lo spreco sconsiderato di vita.

Primi cristiani

Come discusso in precedenza, Gesù mostrò che sostenere la vita è sempre stato più importante della stretta aderenza alla Legge Mosaica. La ragione per i severi requisiti della legge mosaica era quello di mostrare la necessità del sacrificio di riscatto di Gesù. Come tale, la Legge mosaica ha cessato di applicarsi quando Gesù è morto per l’umanità.

Colossesi 2:13,14 “… Egli ci perdonò benignamente tutti i nostri falli e cancellò il documento scritto a mano contro di noi, che consisteva in decreti e che ci era contrario; ed Egli l’ha tolto di mezzo inchiodandolo al palo di tortura.”

La Watchtower, tuttavia, ha utilizzato la Legge Mosaica per formulare la sua posizione sul sangue.

“A volte i medici invitano il paziente a depositare il proprio sangue settimane prima dell’intervento (donazione preoperatoria di sangue autologo, il cosiddetto predeposito), così che in caso di bisogno possa essergli trasfuso il suo sangue conservato. Ma questa procedura, consistente nel prelevare il sangue, conservarlo e reinfonderlo contraddice apertamente quanto è detto in Levitico e in Deuteronomio. Il sangue non deve essere conservato, ma versato, restituendolo per così dire a Dio. È vero che oggi la Legge mosaica non è più in vigore. Tuttavia i Testimoni di Geova rispettano i princìpi che Dio vi incorporò e sono determinati ad ‘astenersi dal sangue’. Perciò non donano sangue né depositano il proprio sangue perché venga loro trasfuso in un secondo tempo invece di ‘versarlo’. Questa pratica è in contrasto con la legge di Dio.” – La Torre di Guardia 15 Ottobre 2000 pag.31

Utilizzando la Legge Mosaica per creare una legislazione vincolante per i suoi seguaci, la Watchtower svilisce il valore del sangue di Cristo attraverso il riscatto. Paolo mise in guardia contro coloro che volevano ripristinare la Legge Mosaica:

2 Corinti 3:14,15 “Ma le loro facoltà mentali erano intorpidite. Poiché fino al giorno presente lo stesso velo rimane non sollevato alla lettura del vecchio patto, perché è soppresso per mezzo di Cristo. Infatti, fino ad oggi, ogni volta che si legge Mosè un velo giace sul loro cuore.”

Atti 15 – Astenersi dal sangue?

C’è un aspetto che apparentemente potrebbe complicare la questione del sangue ed è la scrittura chiave utilizzata dalla Watchtower per giustificare la sua presa di posizione. In Atti 15:21 si legge che gli Apostoli e gli Anziani emanarono il decreto di “astenersi dal sangue”. A prima vista questo potrebbe sembrare implicare che i cristiani avrebbero dovuto continuare ad applicare la Legge Mosaica riguardo al consumo del sangue. Questo è come i Testimoni di Geova attualmente interpretano Atti 15 ed è il sostegno predominante al loro rifiuto delle trasfusioni di sangue.

Atti 15:21, se considerato nel suo contesto storico e religioso, non si applica alle trasfusioni di sangue. Non viene interpretato come comando vincolante dalla maggior parte delle religioni cristiane né era stato inteso come tale dal Pastore Russell. Come già spiegato, la legge data a Noè non vietava di mangiare il sangue, ma era una legge sul mostrare rispetto quando si uccideva un animale. Le trasfusioni di sangue non comportano la perdita di una vita.

Il comando di Atti:

  • non è un comando vincolante per tutti gli individui
  • non fa riferimento alle trasfusioni di sangue.

La situazione in Atti era molto specifica. I cristiani Ebrei stavano avendo difficoltà ad accettare i cristiani Gentili, in particolare per quanto riguarda la questione della circoncisione. Paolo, l’Apostolo delle Nazioni, stava convertendo dei Gentili e, giustamente, insegnava loro che non erano obbligati a seguire la Legge Mosaica. I Giudaizzanti erano un gruppo di cristiani Ebrei che affermavano di essere superiori ai cristiani Gentili a motivo del fatto che seguivano la Legge Mosaica. Come spiegato nella New Catholic Encyclopaedia, i Giudaizzanti erano

“Un gruppo di cristiani ebrei della Chiesa primitiva che affermavano che la circoncisione e l’osservanza della legge mosaica erano necessari per la salvezza e volevano imporle ai Gentili convertiti, o quantomeno consideravano queste cose come ancora obbligatorie per i cristiani Ebrei.”

Gli Apostoli e gli Anziani si riunirono per discutere sull’applicazione della Legge Mosaica e giunsero alla conclusione che l’osservazione della Legge non era più necessaria. Tuttavia raccomandarono che ‘i credenti dalle nazioni’ osservassero quattro cose della Legge Mosaica.

Atti 21:25 “In quanto ai credenti delle nazioni, abbiamo comunicato, prendendo la nostra decisione, che si astengano da ciò che è sacrificato agli idoli come pure dal sangue e da ciò che è strangolato e dalla fornicazione.”

Questo non è un elenco esaustivo delle cose da cui astenersi (ad esempio l’omicidio non viene menzionato). Perché, allora, fu data questa lista insolita? Per evitare di fare inciampare i fratelli ebrei. Questo veniva dichiarato nella Torre di Guardia 15 aprile 1909, pp. 116-117, ed è infatti la comprensione Cristiana comune di questa scrittura. The New Catholic Encyclopaedia afferma:

“Furono imposti questi quattro divieti per motivi di carità e di unione. Dato che proibivano pratiche considerate in special modo orrende da parte di tutti gli ebrei, la loro osservanza era necessaria per evitare di scioccare i fratelli ebrei e per rendere il rapporto tra le due classi di cristiani più libero possibile. Con la scomparsa della comunità giudaico-cristiana di Gerusalemme al tempo della ribellione (aD 67-70 ), la richiesta circa la circoncisione e l’osservanza della legge cessò di essere di qualche importanza per la Chiesa e divenne ben presto un problema morto.”(The Catholic Encyclopedia, Volume VIII Copyright 1910 by Robert Appleton Company Online Edition Copyright 2003 by K. Knight as displayed at newadvent.org as of 17 Sep 2005)

Perchè sia questi studiosi che Russel giunsero a questa conclusione? In primo luogo, dato che la Legge Mosaica era stata abolita, non aveva senso che i cristiani fossero tenuti ad osservarne solo questa parte. Questo è avvalorato dal fatto che quelle quattro cose non sono le uniche regole incluse nella Legge che un cristiano deve seguire, né sono le più importanti.

Giacomo spiegò nel versetto successivo il motivo per cui le quattro cose menzionate in Atti 15:20 erano state specificatamente scelte.

Atti 15:19-21 “Quindi la mia decisione è di non turbare quelli delle nazioni che si volgono a Dio, ma di scrivere loro di astenersi dalle cose contaminate dagli idoli, e dalla fornicazione e da ciò che è strangolato e dal sangue. Poiché dai tempi antichi Mosè ha avuto di città in città quelli che lo predicano, perché è letto ad alta voce ogni sabato nelle sinagoghe.”

La legge di Mosè veniva letta nelle sinagoghe ogni sabato. Il passaggio da Levitico 17:1 a 18:27 si applicava sia agli Ebrei che ai Gentili. Questo passaggio ha gli stessi quattro requisiti, elencati nell’ordine esatto di quello dato in Atti 21:25 (Levitivo 17:7 sacrifici agli idoli, Levitico 17:10 mangiare sangue, Levitico 17:13 dissanguare un animale, Levitico 18 fornicazione). Queste erano le regole obbligatorie per entrambi i figli d’Israele e gli stranieri che vivevano nell’antico Israele. Questi erano considerati dagli ebrei di estrema importanza perchè si basavano sulle leggi date a Noè.

  • Genesi 8:20E Noè edificava un altare a Geova e prendeva alcune di tutte le bestie pure e di tutte le creature volatili pure e offriva olocausti sull’altareintroduceva il concetto di astenersi dall’idolatria
  • Genesi 9:1E Dio proseguì, benedicendo Noè e i suoi figli e dicendo loro: “Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite la terraintroduceva il concetto di matrimonio e fornicazione
  • Genesi 9:4Solo non dovete mangiare la carne con la sua anima, il suo sangue.” riguardava l’astinenza dalle cose strangolate
  • Genesi 9:6Chiunque sparge il sangue dell’uomo, il suo proprio sangue sarà sparso dall’uomo, poiché a immagine di Dio egli ha fatto l’uomo” introduceva la legge sul sangue proibendo l’omicidio. Ancora una volta vediamo che alla base della legge sul sangue vi era il rispetto per la vita.

Questo è il motivo per cui questi quattro elementi significavano così tanto per i Giudaizzanti e perché gli Apostoli conclusero che osservarli era necessario per evitare di fare inciampare la comunità ebraica.

Paolo afferma espressamente che non c’è niente di sbagliato nel mangiare cibo sacrificato agli idoli e spiega che questo divieto era stato dato in modo da non fare inciampare altri. Era una questione che riguardava solo quelle congregazioni che stavano avendo problemi tra Giudaizzanti e Gentili.

1 Corinti 8:4-13 “Ora circa il mangiare cibi offerti agli idoli, sappiamo che l’idolo non è nulla nel mondo, e che non c’è che un solo Dio. Poiché benché ci siano quelli che sono chiamati “dèi”, sia in cielo che sulla terra, come ci sono molti “dèi” e molti “signori”, effettivamente c’è per noi un solo Dio, il Padre, dal quale sono tutte le cose, e noi per lui; e c’è un solo Signore, Gesù Cristo, per mezzo del quale sono tutte le cose e noi per mezzo di lui. Tuttavia, non in tutti è questa conoscenza; ma alcuni, essendo finora abituati all’idolo, mangiano il cibo come qualche cosa sacrificata all’idolo, e la loro coscienza, essendo debole, è contaminata. Ma il cibo non ci raccomanderà a Dio; se non mangiamo, non veniamo meno, e, se mangiamo, non ne abbiamo nessun merito. Ma continuate a vigilare che questa vostra autorità non divenga in qualche modo una pietra d’inciampo per quelli che sono deboli. Poiché se qualcuno vede te, che hai conoscenza, giacere a un pasto nel tempio di un idolo, non sarà la coscienza di colui che è debole edificata fino al punto di mangiare cibi offerti agli idoli? 11 Realmente, dalla tua conoscenza, viene rovinato l’uomo che è debole, il [tuo] fratello per amore del quale Cristo morì. Ma quando voi peccate così contro i vostri fratelli e ferite la loro coscienza che è debole, peccatecontro Cristo. Perciò, se il cibo fa inciampare il mio fratello, non mangerò mai più carne, per non far inciampare il mio fratello.

1 Corinti 10:25-33 “Continuate a mangiare ogni cosa che si vende al macello, senza informarvi a motivo della vostra coscienza; poiché “a Geova appartiene la terra e tutto ciò che la riempie”. Se qualcuno degli increduli vi invita e desiderate andarvi, mangiate di ogni cosa che vi è posta davanti, senza informarvi a motivo della vostra coscienza. Ma se qualcuno vi dicesse: “Questa è una cosa offerta in sacrificio”, non ne mangiate a motivo di colui che ha avvertito e a motivo della coscienza. “Coscienza”, dico, non la tua, ma quella dell’altra persona. Difatti, perché sarebbe la mia libertà giudicata dalla coscienza di un’altra persona? Se io partecipo rendendo grazie, perché si deve parlare ingiuriosamente di me per quello di cui rendo grazie? Perciò, sia che mangiate o che beviate o che facciate qualsiasi altra cosa, fate ogni cosa alla gloria di Dio. Astenetevi dal divenire causa d’inciampo sia ai giudei che ai greci e alla congregazione di Dio, come anch’io faccio piacere a tutti in ogni cosa, non cercando il mio proprio vantaggio, ma quello di molti, affinché siano salvati.

Anche se il decreto in Atti 15 dice di astenersi dal mangiare carni immolate agli idoli, Paolo chiarisce che non vi è nulla di sbagliato nel farlo. Disse che era sbagliato solo qualora i fratelli, in questo caso i Giudaizzanti, avessero inciampato. Lo stesso principio si applica al sangue. Atti 15 include carni immolate agli idoli, sangue e animali strangolati, perché queste cose causavano difficoltà nelle congregazioni miste dovuto al fatto che la legge veniva letta “nella sinagoga ogni sabato”, non perché siano un’offesa a Dio. Questo divenne un problema minore dopo la distruzione del Tempio nel 70 dC e non ha alcuna rilevanza nella nostra epoca.

Astenersi dal sangue non è mai menzionato in qualsiasi altro contesto nel Nuovo Testamento. Non è mai discusso come motivo per ostracizzare un fratello. Paolo non menziona il mangiare sangue in 1 Corinti 5 come un motivo di ‘smettere di mischiarsi’ con un fratello, neppure Giovanni ne parla. In Rivelazione 21:8 e 1 Corinti 6 non viene detto che usare il sangue sia un motivo per non ereditare il Regno di Dio. Se evitare il sangue fosse un requisito fondamentale per Dio sarebbe stato menzionato insieme a peccati come la fornicazione, l’omicidio e l’idolatria che vengono ripetutamente condannati nel Nuovo Testamento.

Diritti dei bambini

I genitori hanno il dovere di prendersi cura dei figli e le autorità governative sono tenute ad allontanare un bambino da un genitore che lo sta maltrattando o mettendo in pericolo. Si tratta di una questione particolarmente delicata quando dei genitori permettono che le loro credenze religiose influenzino la cura che forniscono ai loro figli. Quando un Testimone rifiuta le trasfusioni di sangue per un bambino in una situazione di vita o di morte è prassi comune per un tribunale decretare contro i Testimoni e obbligarne la somministrazione, ed è giusto che sia così.

La pubblicazione Watchtower “Salvare la vita col sangue: in che modo?” concorda sul fatto che lo Stato debba proteggere i bambini, ma afferma che il suo caso sia diverso.

“È chiaro che in casi del genere lo Stato può e deve intervenire per proteggere il bambino. Tuttavia è evidente l’enorme differenza che c’è fra questi casi e quello del genitore premuroso che chiede venga adottata una terapia valida, solo non a base di sangue.”

Permettere ad un bambino di morire per ideali religiosi non è diverso rispetto ad altre forme di abbandono. La maggior parte dei Testimoni sarebbe d’accordo che è sbagliato quando i bambini sono lasciati morire per le ideologie mediche di altri gruppi religiosi, come Christian Science e Scientology. Mentre un trattamento senza sangue può essere accettabile, questo non è sempre possibile, come ad esempio in situazioni di pronto soccorso e durante un’improvvisa perdita di sangue. Inoltre, il trattamento dei neonati è più rischioso a causa della loro volumi di sangue inferiori.

Quando nasce, un bambino non ha “credenze”. Queste sono imposte al bambino dai suoi genitori. Nel caso dei Testimoni di Geova, si stima che due terzi di quelli cresciuti come tali, da adulti, lascino la religione. È accettabile per un genitore mettere la vita del proprio bambino a rischio per una religione in cui è statisticamente improbabile resterà anche in età adulta?

Un bambino Testimone è addestrato a dire che l’imposizione della trasfusione da parte di un tribunale è come uno stupro.

Tale dichiarazione è emotivamente coinvolgente quando pronunciata da un bambino, ma un minore che ha subito una vita di indottrinamento unilaterale sul sangue non è in grado di prendere una decisione informata su un tema così complesso.

“Il giudice ha scritto:”.. DP [minore] ha testimoniato che avrebbe resistito in tutti i modi alla trasfusione e che considerava la trasfusione un’invasione del suo corpo e l’ha paragonata allo stupro. Ha chiesto alla Corte di rispettare la sua scelta e il permesso di continuare a rimanere in [ospedale] senza che la Corte ordinasse le trasfusioni di sangue.”. L’istruzione cristiana che aveva ricevuto le venne in aiuto in questo difficile episodio.- (Vedi il riquadro sotto).

Una ragazzina di 12 anni era in cura per la leucemia. Un’agenzia per la salvaguardia dei bambini ha portato la questione in tribunale in modo che si ordinasse una trasfusione di sangue. Il giudice ha concluso: “L. ha detto a questa Corte chiaramente che se venisse effettuato un tentativo di trasfondere il sangue avrebbe combattuto con tutte le sue forze. Ha detto, ed io le credo, che avrebbe urlato e lottato e che avrebbe tirato fuori dal suo braccio il dispositivo di iniezione e tentato di distruggere il sangue nella sacca sopra il suo letto. Mi rifiuto di emettere qualsiasi ordine che metta questo bambino in questo calvario. . . Con questo paziente, il trattamento proposto dall’ospedale affronta la malattia solo in senso fisico. E non riesce ad affrontare i suoi bisogni emotivi e le sue credenze religiose.” – La Torre di Guardia del 15 giugno 1991 pag. 17

Trasfusione di sangue e stupro

La Watchtower paragona l’imposizione di una trasfusione da parte di un tribunale ad uno stupro.

“Questo è vero sopratutto perchè la Bibbia collega l’astinenza dal sangue con cose come l’astinenza dalla fornicazione. Quindi, dal momento che un cristiano farebbe resistenza ad uno stupro – una violenza sessuale contaminante – farebbe resistenza all’ordine di un tribunale riguardo la trasfusione di sangue – che è pure una forma di assalto al corpo.” – La Torre di Guardia del 15 giugno 1980 p.23

“Una sorella ha risposto ad un giudice che, in un caso del genere, non sarebbe stata responsabile di ciò che lui avrebbe deciso. Mentre questo è corretto da un certo punto di vista, il giudice ha inteso che, dal momento che lei non si sarebbe ritenuta responsabile, poteva prendersi lui tale responsabilità e ha ordinato una trasfusione. È necessario capire che in questi casi alcuni sono di solito alla ricerca di un modo per aggirare il vostro rifiuto di accettare il sangue. Non dategli inavvertitamente questa opportunità! Come possiamo quindi evitare questo malinteso? Si potrebbe rispondere: “Se mi fosse imposta una trasfusione sarebbe come essere violentata. Soffrirei le conseguenze emotive e spirituali di questo attacco su di me per il resto della mia vita. Resisterei con tutte le mie forze ad una tale violazione del mio corpo senza il mio consenso. Farei ogni sforzo per perseguire i miei abusatori proprio come farei in caso di stupro”. Il Ministero del Regno 1.990 novembre p.6

Lo stupro è generalmente violento e traumatico, con ripercussioni emotive a lungo termine. Una trasfusione di sangue non è più traumatica di una qualsiasi altra operazione, a parte la colpa religiosa imposta dalla Watchtower del fatto che tale procedura medica distruggerà il rapporto di una persona con Dio e la sua possibilità di vita eterna. Nel caso di una trasfusione forzata, questo senso di colpa indotto è particolarmente ingiusto, come pure l’affermazione che lo stupro è “una violenza sessuale contaminante”. Il sentimento si rifà alle dichiarazioni della Watchtower che collegano lo stupro alla fornicazione.

Quando discute la sua posizione in dibattiti pubblici, la leadership della Watchtower ammette che non si dovrebbe opporre al tentativo di salvare la vita di bambini con una trasfusione di sangue, nei casi di vita o morte. La Società Watchtower ha ammesso al parlamento australiano che accetta la legge per scavalcare l’autorità dei genitori in tali situazioni.

Senatore SCHACHT: Voglio passare ora al suo punto di vista sul caso ben documentato riguardo i bambini e la denuncia che abbiamo leggi in Australia che danno ai medici il diritto di scavalcare i genitori.

Mr Toole: Non stiamo dicendo che per noi questa legge non dovrebbe esistere. Ciò che abbiamo detto è che ci possono essere circostanze in cui sorgono questo diventa una questione assoluta di vita e di morte. Abbiamo detto che è in tali circostanze che la legge dovrebbe essere inquadrata. Nella sua forma attuale, la legge non è inquadrata in questo modo e permette un’invasione nella famiglia e di non tener conto dei principi di quella famiglia in circostanze che in realtà non lo richiedono affatto.

(COMMONWEALTH OF AUSTRALIA, Official Committee Hansard, JOINT COMMITTEE ON FOREIGN AFFAIRS, DEFENCE AND TRADE, Reference: Australia’s efforts to promote and protect freedom of religion and belief FRIDAY, 15 OCTOBER 1999 as shown at aph.gov.au as at 27th May 2006)

Allo stesso modo, nel 1999, un rappresentante della Watchtower ha dichiarato “Non si chiede ai genitori di consentire l’uso di sangue, ma vengono incoraggiati a riconoscere la legge”. (Malyon, Transfusion-free treatment of Jehovah’s Witnesses: respecting the autonomous patient’s rights, Journal of Medical Ethics, 1998; 24:302-307)

Non è possibile chiedere ai bambini che sono stati sacrificati per la loro religione come si sentono per essere morti come martiri. E’ comunque possibile scoprire come si sentono i bambini che sono sopravvissuti ad una di trasfusione di sangue, dopo che un ordine del tribunale ne ha imposto una su di loro. Tale è il caso di Carolyn Ivey, nata prematuramente da genitori Testimoni di Geova il 31 Agosto 1975, un peso di appena 2 chili. I medici avevano stabilito che una trasfusione di sangue era necessaria per tentare di salvare la sua vita e quella di sua sorella gemella e un giovane avvocato lavorò instancabilmente per garantire che i gemelli ricevessero il trattamento richiesto. Julia non non sopravvisse, ma Carolyn si. La storia continua tre decenni più tardi.

carolynnx-large

L’avvocato di Pensacola, Joel Cohen, stava smaltendo la sua e-mail quando lo ha colpito una frase: “Mi hai salvato la vita quando ero una bambina”…”Mi è venuta la pelle d’oca”, ha detto. L’e-mail veniva da Carolynn Ivey Evans, una donna 36enne dell’Ohio che sarebbe potuta morire senza gli sforzi legali di Cohen. Per Carolynn Ivey Evans, oggi sposata e residente in Ohio, l’e-mail a Cohen faceva parte della sua ricerca di identità. “Ho 36 anni adesso sono madre di quattro figli”, ha scritto in una e-mail al Pensacola News Journal. “Per anni, mi sono chiesta che cosa fosse successo a me e mia sorella gemella. Ho iniziato la mia ricerca sei mesi fa su Internet e sono rimasta sorpresa di quanto fosse grande davvero questa storia … Così ho contattato il signor Cohen per ringraziarlo per avermi salvato la vita. Se non fosse stato per la lotta in mio favore del signor Cohen non sarei qui oggi! Mi ha commosso fino alle lacrime il fatto che abbia lottato così duramente.” – content.usatoday.com 27 Mar 2012

E’ tragico pensare ai bambini che non hanno avuto una tale possibilità e sono stati sacrificati dalla fede fuorviata dei loro genitori. Non si vuole minimizzare il trauma e la sofferenza che questi genitori Testimoni di Geova hanno dovuto affrontare ma, a prescindere da quanto fossero sinceri, è difficile non fare un confronto con i sacrifici di bambini condannati nella Bibbia:

Geremia 7:30, 31 “‘Poiché i figli di Giuda hanno fatto ciò che è male ai miei occhi’, è l’espressione di Geova. ‘Hanno messo le loro cose disgustanti nella casa sulla quale è stato invocato il mio nome, per contaminarla. E hanno edificato gli alti luoghi di Tofet, che è nella valle del figlio di Innom, per bruciare i loro figli e le loro figlie nel fuoco, cosa che io non avevo comandato e che non mi era salita in cuore’

Geremia 19:4, 5 “… e hanno riempito questo luogo del sangue degli innocentiE hanno edificato gli alti luoghi del Baal per bruciare nel fuoco i loro figli come olocausti al Baal, cosa che io non avevo comandato e di cui non avevo parlato, e che non mi era salita in cuore’.

Altrettanto tragiche sono le esperienze di genitori che perdono non solo un figlio ma la loro intera famiglia per la questione del sangue. La figlia di Lawrence Hughes, Bethany, è morta per il rifiuto del sangue. In seguito, Lawrence si è reso conto che la posizione della Watchtower sul sangue non è cristiana, ma ormai era troppo tardi per salvare la figlia. Ora la moglie e gli altri figli non hanno più alcun contatto con lui, dato che la situazione lo ha costretto a ripensare alla sua fede nella Watchtower come organizzazione diretta da Dio.

Ho ricevuto un’esperienza simile via e-mail.

“Io ho una zia nel Queensland. Era una testimone di Geova fino a che sua figlia maggiore è rimasta ferita in un incidente stradale. E’ morta a causa di una massiccia perdita di sangue. Non hanno autorizzato la trasfusione. Il matrimonio si è rotto, lei ha finito per lasciare l’organizzazione e ha perso le altre due sue figlie a causa dell’ostracismo.”

Vedi anche My Child is Dead

Come genitore, non riesco a pensare una tragedia personale peggiore di questa. E’ triste vedere come la maggior parte dei Testimoni di Geova non facciano accurate e corrette ricerche su questa questione fino a quando non è troppo tardi.

Punto di vista della comunità medica

In generale, i medici sono incoraggiati a seguire i desideri dei loro pazienti, e molti rispetteranno la posizione che un Testimone di Geova prenderà per le proprie convinzioni. I medici agiscono nel migliore interesse dei loro pazienti, riconoscere che l’uso del sangue comporta rischi e lo eviteranno ove ritenuto possibile.

Alternative alla trasfusione di sangue

Poiché le trasfusioni di sangue comportano rischi e a causa della limitata disponibilità di sangue, i medici cercano di non trasfondere quando possibile. In alcuni casi potrebbero essere disponibili delle alternative alle trasfusioni di prodotti ematici.

Espansori di volume: Quando un paziente ha perso una grande quantità di fluidi corporei, ma non ha bisogno di globuli rossi o di altri componenti del sangue specifici, gli espansori di volume possono essere somministrati per prevenire o curare lo shock causato dalla perdita di liquidi. Gli espansori di volume più comuni sono la normale soluzione fisiologica (acqua salata) e la soluzione di Ringer lattato (soluzione salina più altre sostanze chimiche). Altri espansori del volume comprendono albumina, amido idrossietilico (HES), destrani e frazioni proteiche purificate (PPF)

cancer.org (as of Feb 28th 2006)

Tuttavia, il sangue è a volte ritenuto essenziale per la sopravvivenza e anche se un Testimone può mettere in discussione l’etica della comunità medica non dovrebbe ignorare che un medico ha un incentivo finanziario per agire in un modo che dia ai pazienti la migliore possibilità di sopravvivenza. L’aumento dei contenziosi con le assicurazioni garantisce che i medici diano il sangue quando credono che aumenti le probabilità di sopravvivenza di una persona. Il sospetto della malafede dei medici si basa sulla disinformazione presentata nelle pubblicazioni della Watchtower (come dimostrato in “Jehovah’s Witnesses, Blood Transfusion, and the Tort of Misrepresentation PDF by Kerry Louderback-Wood“)

Ad oggi, non ci sono alternative ai globuli rossi. Questi sono ancora l’unica sostanza conosciuta per trasportare efficacemente l’ossigeno in tutto il corpo. Grazie ai progressi della ricerca medica, le trasfusioni di sangue intero sono diventate meno necessarie per la sopravvivenza, ma ci sono ancora situazioni in cui una trasfusione di sangue è l’unica opzione.

rsc.org (Jun 6 2010) dichiara che “sostituti del sangue umano sono in cantiere dal 1980. Tuttavia, per una combinazione di ragioni scientifiche e politiche, non ce ne sono attualmente sul mercato in Europa o negli Stati Uniti . … Lo studio , guidato da Charles Natanson, uno scienziato presso il National Institutes of Health, ha rivelato un triplice aumento del rischio di attacchi di cuore in pazienti che hanno ricevuto i sostituti, rispetto al gruppo di controllo che ha ricevuto sangue da un donatore”. (Articolo completo in PDF). Se le trasfusioni di sangue intero fossero state semplicemente inutili, non si impiegherebbero tanti sforzi per trovare un sostituto.

Il Canadian Department of Anethesia fa alcune importanti osservazioni in un modulo di formazione dal titolo “Blood Transfusions and the Jehovah’s Witnesses Patient”:

“E’ possibile che la conseguenza del rifiuto delle trasfusioni di sangue non sia così pericolosa come molti medici prospettano. L’esperienza con la gestione di pazienti Testimoni di Geova ha messo alla prova il convenzionale buonsenso della terapia trasfusionale”. anesthesia.utoronto.ca (1/11/2005)

Tuttavia, l’articolo mostra chiaramente che la posizione dei Testimoni può a volte portare a perdere la vita, comporta un alto costo finanziario ed è illogica. L’articolo afferma inoltre che il rifiuto delle trasfusioni di sangue “può risultare in un dilemma difficile per i medici, che hanno a portata di mano una terapia di routine, potenzialmente salvavita ma inaccettabile per il paziente”. (www.anesthesia.utoronto.ca/English/An-Introduction.html)

Molti medici capiscono che le regole della Watchtower sulle procedure al relative sangue sono incoerenti

“Molti medici sono sorpresi dalla complessità della distinzione tra i trattamenti accettabili e non accettabili per i pazienti TdG” – Muramoto Note: [Muramoto O. Recent developments in medical care of Jehovah’s Witnesses. West J Med 1999]

“Per i medici che trattano TdG, uno dei gli aspetti più sconcertanti è che, in realtà, accettano molti trattamenti a base di sangue nonostante la loro fede imponga l’assoluta astinenza dal sangue. Dal momento che questa legge biblica si dice sia assoluta, non è chiaro perché la WT non insegni ai suoi membri di rifiutare semplicemente qualsiasi uso medico del sangue.”

Un medico scrive riguardo un paziente Testimone di Geova che ha messo a punto un piano interessante per proteggere la sua vita, in caso di necessità di una trasfusione di sangue.

“Desidero sia mio cugino ad assistermi”, ha detto. “Suo cugino non era un Testimone di Geova. Nel caso in cui il paziente avesse perso conoscenza, voleva che fosse il cugino a fare la scelta per lei. E’ stata molto precisa su questo: suo cugino non doveva avere la sua procura di assistenza sanitaria. Un procura di assistenza sanitaria, un usuale istituto giuridico, significa nominare un assistente che dovrà prendere le decisioni che il paziente avrebbe preso se fosse stato in grado di farlo. No, lei ha delegato il cugino a prendere la decisioni che lei realmente voleva prendere al posto suo, nel momento in cui si fosse ritrovata nell’incapacità di parlare. Al team medico era molto chiaro che la scelta riguardava qualcuno che non era un Testimone di Geova. Voleva qualcuno che non avrebbe fatto una scelta da Testimone di Geova. Qualcuno che ci avrebbe permesso di salvarle la vita.” (slate.com 27 Jun 2013)

Anche se questo può aver placato la coscienza del paziente, è improbabile che sarebbe stato visto con leggerezza se gli anziani fossero venuti a conoscenza del piano.

Curare un paziente con la chirurgia senza sangue può anche portare a costi di gran lunga superiori:

“E’ importante ricordare che tali risultati clinici drammatici a volte possono portare ad un costo finanziario molto elevato. Si consideri ad esempio il caso di un 67enne Testimone di Geova che è sopravvissuto ad un intervento chirurgico di emergenza per una fuoriuscita di un aneurisma aortico addominale, pur avendo una concentrazione di emoglobina post-operatorio di soli 30 g / l [31]. Durante le 14 settimane di terapia intensiva in ospedale è stata fornita totale nutrizione parenterale, ferro per via endovenosa, acido folico ed epoetina alfa sottocutanea per aiutare la produzione di emoglobina. Un tale impiego di risorse, al solo scopo di evitare un trasfusione di sangue, ha indotto un medico che lavora in Africa a fare le seguenti osservazioni: “Una tale presa di posizione può facilmente essere costata una somma a sei cifre. Qui in Uganda per 250.000 dollari possiamo trattare 25.000 pazienti ambulatoriali e 7.000 pazienti ricoverati, condurre oltre 1000 consegne, ed eseguire 1500 operazioni. Ci occupiamo di un programma di salute di una comunità di 500.000 persone. Le spese sostenute per curare questo paziente avrebbero potuto sostenere la nostra unità per un anno intero. Verrà mai il tempo quando ad un gruppo religioso verranno addebitati i costi per mantenere in vita i suoi membri?” anesthesia.utoronto.ca

Inoltre, il manuale di formazione rende nota la volontà dei Testimoni di Geova di utilizzare componenti del sangue senza essere disposti a donare il sangue. L’articolo conclude affermando che dal momento che la Watchtower ha tolto il divieto delle vaccinazioni e del trapianto di organi, si può sperare che la presa di posizione contro le trasfusioni di sangue prima o poi verrà modificata.

Conclusioni

L’opuscolo “Salvare la vita col sangue: in che modo?” pag.7 dice “Lo dovete a voi stessi di conoscere i fatti in modo da fare una scelta informata su sangue“. La maggior parte dei Testimoni di Geova sono a conoscenza solo di una parte del problema, con poca conoscenza dei principi discussi in questo articolo. Le informazioni che la Watchtower offre sono parziali e fuorvianti. Le esagerazioni abbondano, come ad esempio la dichiarazione:

“Nessuno che esamini oggettivamente i fatti può negare che le trasfusioni di sangue comportano un grande rischio”.

Non c’è alcun “grande rischio” con una trasfusione di sangue, e in generale un medico somministrerà una trasfusione perché il rischio è inferiore al rischio di non farla.

“Ho dovuto fare la difficile scelta di morire o prendere il sangue lo scorso autunno e ho scelto il sangue. Non era una situazione in cui il comitato sanitario ha potuto offrire una soluzione praticabile. Ci sono volute 16 trasfusioni di emergenza per salvarmi. A quanto pare, quando ho parlato con gli anziani, era una questione di valutare se fossi debole o malvagio. Poichè ho ricevuto più di una trasfusione, sono stato giudicato malvagio. Non ho idea se hanno annunciato in sala che “non ero non è più un TdG” … ma anche il mio più vicino e caro amico non mi parla più. Ho il cuore spezzato.”

La Bibbia da grande enfasi al rispetto della vita. In Matteo 12:11 Gesù mostrò che era più importante salvare la vita di un animale piuttosto che seguire la Legge Mosaica. Quanto più è importante salvare la vita di un essere umano che seguire la legge sulle trasfusioni di sangue, un legislazione che l’organizzazione Watchtower ha stabilito solo nel 1945.

Gli studiosi cristiani intendono che la Legge Mosaica fu abolita con la morte di Gesù e che Atti 15 si applicava solo alle congregazioni con un mix di Giudaizzanti e Gentili. Russell e i Testimoni di Geova originali hanno riconosciuto questo per quasi la metà della storia della Società Watchtower. I Testimoni di Geova attualmente abusano di Atti 15 per rivendicare che, anche nei giorni moderni, i cristiani non dovrebbero ricevere sangue e poi, sbagliando gravemente, ripristinano la Legge Mosaica per formulare i rigorosi dettagli sul loro dottrina del sangue.

A causa della varietà di norme che la Società Watchtower ha stabilito nel corso degli anni per quanto riguarda il sangue, le vaccinazioni, i trapianti e altre procedure mediche una persona è autorizzata a chiedere:

È Geova che dirige la Società Watchtower nell’impartire direttive mediche?

Si può dire che lo Spirito Santo di Dio abbia diretto la Società Watchtower a questa posizione controversa sulle trasfusioni di sangue? Un esame della storia di questa dottrina dimostra che questo non può essere il caso. Se lo Spirito Santo di Dio fosse stato davvero la forza dietro la comprensione della corretta applicazione di questo problema, allora non ci sarebbero cambiamenti in atto e incongruenze.

Ci si deve chiedere perché Dio abbia aspettato 60 anni per rivelare una dottrina così fondamentale, un elemento di differenziazione usato per distinguere i Testimoni di Geova dal resto del mondo. Il periodo di tempo per introdurre questo tema indica che lo Spirito Santo non ha nulla a che fare con questa dottrina. L’attuale, annacquata, posizione sul sangue contraddice la posizione del 1961, così come la ragione fondamentale della Watchtower per l’astensione dal sangue .

E’ stata commessa una grossa ingiustizia verso i fedeli ed è un peccato che i Testimoni di Geova siano disposti a morire per questa dottrina della Watchtower senza conoscere la sua storia. La maggior parte dei Testimoni, anche gli anziani dei Comitati di assistenza sanitaria, non sono consapevoli del fatto che il sangue poteva inizialmente essere mangiato. Né molti sono a conoscenza del numero di modifiche alla dottrina o che praticamente il 100% del sangue può ora essere utilizzato in forme frazionate. Meno ancora conoscono i motivi scritturali per cui altre religioni cristiane credono che la legge sul sangue non si applichi ai nostri giorni.

La Società Watchtower si è scrollata di dosso la responsabilità legale attraverso le recenti modifiche, che rendono molte decisioni riguardanti il sangue responsabilità di coscienza dei seguaci. Quando ho discusso con dei Testimoni attivi la mancanza di logica che sta dietro la posizione corrente sul sangue, la maggioranza sembra impassibile e molto felice di essere separata dal “mondo” su questo tema.

Un esempio del tipo di risposta da aspettarsi se si scrive alla filiale locale della Watchtower per quanto riguarda le incongruenze dell’attuale posizione sulle trasfusioni di sangue .

blood-letter-watchtower-hemming-1999

E’ probabile che nel tempo sarà sviluppata un’alternativa al sangue con la possibilità di sostituire la capacità del sangue di trasportare ossigeno. Alternativamente, la pressione giuridica potrebbe forzare la Società Watchtower a ritornare alla sua posizione originale e consentire nuovamente le trasfusioni. In entrambi i casi, le trasfusioni di sangue diventeranno, un giorno, una piaga lontana nella storia della Società Watchtower. Nel frattempo però, i Testimoni di Geova continuano a morire considerando l’attuale dottrina sul sangue della Watchtower come volontà di Dio e sprecando milioni di dollari di denaro dei contribuenti ogni anno nelle impegnative e costose alternative al sangue e combattendo le autorità mediche in tribunale.

La dottrina del sangue non sarebbe una questione se fosse applicata solo al mangiare sangue. Tuttavia estendere la dottrina per applicarla alle trasfusioni di sangue a rischio della vita ha giustamente portato a grandi critiche. Sono state perse molte vite a seguito delle leggi in materia di sangue, vaccinazioni e trapianti di organi che sono state poi cambiate. Altri sono tuttora disassociati per aver accettato trasfusioni di componenti del sangue che sono ora considerate accettabili. L’effetto che l’ostracismo ha sulla vita dei membri che non si sono conformati è drammatico. Le morti dei membri che si sono conformati sono l’estremo sacrificio in nome di un’Organizzazione. La Watchtower ha le mani sporche di sangue a questo riguardo. E’ ironico che la legge di Dio sul sangue aveva lo scopo di mostrare rispetto per la vita, mentre i mutevoli standard della Watchtower sono risultati in morti inutili.

Fonte del materiale: http://www.jwfacts.com/watchtower/blood-transfusions.php

Annunci