Apocalisse “probabile” e Corpo Direttivo Giustiziere

Traduzione di parte del video di JWSurvey (in particolare dal minuto 16 in poi).

Voglio anche parlare di un articolo molto interessante in questa particolare Torre di Guardia (Ottobre 2019).  E’ l’articolo di studio 41 “Rimaniamo fedeli durante la Grande Tribolazione“. In questo articolo la rivista essenzialmente spiega cosa la Watchtower si aspetta che accada durante la Grande Tribolazione e cosa ci si aspetta dai Testimoni di Geova in termini di lealtà. Se sei un Testimone di Geova che sta guardando questo video, prima di tutto “ben fatto!”, ma voglio che tu faccia una cosa. Voglio che tu apra l’articolo in un web browser o sul telefono, insomma… un dispositivo con qualche tipo di opzione di ricerca, apri la ricerca sul browser e digita “probabilmente“, la parola “probabilmente” e vedi quante volte appare la parola “probabilmente“. Appare diverse volte in questo articolo e il motivo per cui voglio che tu faccia questo è perché penso che illustri perfettamente l’uso di termini qualificativi. Si utilizzano tali termini quando non si è sicuri di qualcosa.

Continua a leggere

Annunci

Aspettare Geova

wait-jehovah-image.jpg

André è stato uno zelante Testimone di Geova per oltre 30 anni. Era sposato con una “sorella” meravigliosa e hanno avuto tre figli insieme. Tuttavia, ad un certo punto, le cose iniziarono a cambiare per André. Iniziò ad avere dubbi. La sua relazione con Geova iniziò a vacillare. Alla fine lui, insieme a sua moglie e ai suoi figli, smisero di assistere alle adunanze.

Dopo aver “lasciato Geova”, André e sua moglie si separarono consensualmente e ora condividono la custodia dei figli. Dopo essere stato fuori dall’organizzazione per tre anni, un Anziano, che una volta era vicino ad André, lo contattò telefonicamente per cercare di incoraggiarlo a tornare a Geova. Ecco il resoconto di André di quella conversazione.

Continua a leggere

Guida al Paradiso Terrestre

daydream-300x200

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog.


NOTA DELL’AUTORE : Le opinioni espresse in questi articoli non riflettono necessariamente tutti i punti di vista, ma hanno lo scopo di stimolare il pensiero e la discussione tra i Testimoni di Geova, nonché tra coloro che hanno lasciato questa religione. 

Da bambino, passavo un sacco di tempo con la testa tra le nuvole.

Una delle mie attività preferite era immaginare alternative alla noiose città e mi piaceva fantasticare di città fluttuanti tra le nuvole, castelli circondati da alte mura e con ponti e piranha nel grande fossato circolare. E, naturalmente, c’era la città sommersa. Credo che tutti amassimo immaginare una città sott’acqua.

Trovandomi poi catapultato (a malincuore) nell’età adulta, mi ritrovo a rivisitare questi concetti infantili e analizzarli da una prospettiva più scientificamente consapevole. E non è molto divertente.

Perchè?

Continua a leggere

Il Grido di Pace e Sicurezza: un segno profetico o ordinaria amministrazione?

Flag_of_Peace_Proposal.pngVoi stessi sapete molto bene, infatti, che il giorno di Geova verrà proprio come un ladro di notte. Quando diranno: “Pace e sicurezza!”, allora si abbatterà su di loro un’improvvisa distruzione, come le doglie colgono una donna incinta; e non potranno sfuggire in alcun modo. – 1 Tessalonicesi 5:2,3 (Traduzione del Nuovo Mondo) [1]

I Testimoni di Geova attendono ansiosamente da decenni questo predetto grido di “pace e sicurezza” che, come insegna la Watchtower, preannuncerà la distruzione dei malvagi. Una pubblicazione della Watchtower descrive questo profetizzato olocausto nei seguenti, raccapriccianti, termini:

L’improvvisa distruzione di Armageddon ridurrà le Nazioni Unite in rovine fumanti e lascerà la terra disseminata dei cadaveri degli “uccisi da Geova”. – Ger. 25:33, 34 – [2]

Per chiunque sia stato un Testimone di Geova, anche se ha lasciato l’organizzazione, questa è, molto spesso, una particolare credenza che può essere difficile da abbandonare. Se si verifica il “grido di pace e sicurezza”, sicuramente accadrà anche tutto il resto, come la Grande Tribolazione e l’Armageddon, giusto?

Può esserci quella profonda e disturbante sensazione che, forse, i Testimoni di Geova hanno sempre avuto ragione. Continua a leggere

Watchtower, genocidio e Armageddon

WatchtowerArmageddon-300x300

La visione del mondo dei Testimoni di Geova ruota intorno all’Armageddon

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog.


Quando ero un Testimone di Geova, non mi piaceva parlare dell’Armageddon.

Non fraintendetemi, mi piaceva parlare del paradiso. A chi non piacerebbe? Parlavo entusiasticamente a chiunque mi chiedesse, persone che contattavo a casa, interessati alle adunanze, compagni di lavoro curiosi, riguardo al meraviglioso futuro che ci attendeva. Adoravo parlare di un mondo libero dalla guerra, libero dalla criminalità, pieno di incredibili avventure che una pacifica, unita razza umana avrebbe goduto per sempre.

Ma quando la gente mi chiedeva come Dio avrebbe portato questi cambiamenti, sui dettagli mi trovavo sempre a dare spiegazioni un po’ vaghe e confuse.

Voglio dire, come si fa a spiegare: “Beh, prima Dio ha bisogno di uccidere te e tutti quelli che ami, a meno che naturalmente non vi convertiate” senza apparire almeno un po’ estremista?

Continua a leggere

Tutti commettono errori, tranne la Watchtower

peter-denies-christ

Gli errori di personaggi biblici come Pietro sono contenuti nelle scritture

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog.


Tutti fanno degli sbagli. I personaggi della Bibbia ne fecero. Pensate all’apostolo Pietro, il suo coraggio e la sua fede vennero meno in un momento critico e negò per tre volte di conoscere Gesù la notte del suo arresto, e come conseguenza il suo errore lo lasciò in lacrime ed emotivamente distrutto. (Giovanni 18 : 13-27 )

Pensate al re Davide, commise adulterio con Betsabea e poi, in preda al panico a motivo della gravidanza di lei, in un tentativo disperato di evitare lo scandalo orchestrò gli eventi per fare in modo che il marito di Betsabea rimanesse ucciso. (2 Samuele capitolo 11)

O pensate a Giona. Ricevette incarico da Dio di pronunciare un messaggio di condanna contro gli abitanti di Ninive, ma fuggì da tale incarico in preda al terrore più in fretta che potette. (Giona 1 : 3) Dopo che Dio fece cambiare idea a Giona attraverso un uso piuttosto umiliante dell’apparato digerente di una balena, Giona finalmente andò a Ninive ad adempiere il suo incarico  (Giona 1 : 17-2 : 2).

Continua a leggere