Battesimo dei bambini: il problema del consenso

Baptism-of-Children-Consent.jpgLa questione del consenso di una persona a favore di una determinata azione è una parte fondamentale delle nostre relazioni sociali, sia che si tratti di interazioni personali che di gruppo. Per partecipare a qualsiasi relazione sociale una persona deve, ad un certo livello, acconsentire a tale partecipazione. Perché il consenso si verifichi, una persona deve sapere a che cosa sta acconsentendo e deve avere la libertà di dire “si” o “no”. Se uno di questi criteri manca o non è valido, non può esserci un vero consenso.

Ad esempio, una persona che “acconsente” ad unirsi ad un gruppo deve essere pienamente consapevole delle regole del gruppo. La mancata divulgazione delle regole prima della concessione del consenso sarebbe disonesto da parte del gruppo e renderebbe quindi qualsiasi “consenso” implicito non valido. E’ così in tutti i contratti legali, sia scritti che verbali. Entrambe le parti devono chiaramente dichiarare a cosa si sta acconsentendo prima che il contratto venga validato. Nascondere delle informazioni vitali invalida il contratto. Tuttavia, se tutti gli articoli del contratto sono chiaramente enunciati e una delle parti rifiuta di leggere gli articoli, spesso indicati come “scritte in piccolo”, allora tale rifiuto viene considerato come piena accettazione del contratto, che è quindi valido.

Detto questo, possiamo quindi ragionare sui bambini e la questione del consenso.

Continua a leggere

Annunci

Come faresti a saperlo?

Traduzione del video del fondatore di JWSurvey

Ciao. Questo video è per quei Testimoni di Geova che potrebbero essere capitati su questo canale, o magari danno uno sguardo di tanto in tanto, e potrebbero essere interessati a sapere quello che persone come me, ex credenti come me, hanno da dire. Ho una domanda per te, visto che sei qui, e la domanda è: “Come faresti a saperlo?”

Ipoteticamente parlando, se… SE la tua religione fosse falsa, se l’organizzazione Watchtower si rivelasse essere una corrotta, abusante, ingannevole organizzazione, come faresti a saperlo, da quale fonte riusciresti a ricevere una tale informazione?

Continua a leggere

Come lasciare tuo marito con la benedizione di Dio in 3 semplici mosse

banner.png

By Ex-JW Sisters

In un precedente articolo avevo discusso dei tre motivi per cui la Watchtower consente la separazione dal coniuge. Ho pensato molto a questo dopo averlo scritto e credo che valga la pena spendere un po’ più di tempo sull’argomento, in quanto fa luce su come vengono considerate le donne all’interno dell’organizzazione.

Per riassumere, i tre motivi sono:

  • Adulterio
  • Il coniuge non provvede materialmente alla famiglia
  • Il coniuge mette a seriamente a rischio la tua spiritualità

Continua a leggere

Nessuno rimane indietro

tumblr_static_bobposter1-292x300

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog.


By Covert Fade

Avevo dei fratelli quando ero un Testimone di Geova.

Non eravamo parenti. Non avevamo legami di sangue. Nemmeno voglio usare il termine “fratello” nell’arbitrario senso “spirituale” generalmente inteso dai TdG, chiamando fratello qualcuno semplicemente perché condivide le mie convinzioni religiose, indipendentemente dal suo carattere o dalla qualità della sua amicizia.

No, non erano fratelli fisici, né fratelli nella fede. Eppure erano i miei fratelli nel senso veramente importante.

Sono cresciuto con loro. Dall’esplosione di scoperte, di immaginazione e di crescita che è stata l’infanzia, agli anni dell’adolescenza e intorno ai venti, con l’energia e la vita che sembrava infinita e piena di potenziale, fino alla crescente maturità e la stabilità della vita adulta, abbiamo condiviso trionfi e dolori l’uno dell’altro. Abbiamo affrontato il mondo insieme e costruito dei ricordi che conserverò dentro di me per sempre. Ci siamo sostenuti a vicenda, e ci saremmo presi un proiettile per l’altro se fosse stato necessario.

Eppure abbiamo rimandato la nostra vita.

Continua a leggere

I Testimoni di Geova si astengono davvero dal sangue?

blood-bag-500Molti Testimoni di Geova credono sinceramente che sia un grave peccato accettare una trasfusione di sangue, poiché la Bibbia afferma che dobbiamo “astenerci dal sangue”. (Atti 15:29) È abbastanza comprensibile che molti siano confusi dalla posizione assunta dalla Watchtower Society (WTS) rispetto ai vari componenti del sangue o prodotti ematici come albumina, eritropoietina, vaccini, immunoglobuline e trattamenti emofilici. Non si riesce a spiegare perché sia una violazione della legge di Dio accettare plasma, piastrine, globuli rossi e globuli bianchi mentre invece TUTTE le frazioni di questi componenti sono consentite dalla Watchtower. Queste contraddizioni hanno indotto un certo numero di Anziani e membri dei Comitati di Assistenza Sanitaria a dimettersi silenziosamente.

Continua a leggere

Tutti commettono errori, tranne la Watchtower

peter-denies-christ

Gli errori di personaggi biblici come Pietro sono contenuti nelle scritture

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog.


Tutti fanno degli sbagli. I personaggi della Bibbia ne fecero. Pensate all’apostolo Pietro, il suo coraggio e la sua fede vennero meno in un momento critico e negò per tre volte di conoscere Gesù la notte del suo arresto, e come conseguenza il suo errore lo lasciò in lacrime ed emotivamente distrutto. (Giovanni 18 : 13-27 )

Pensate al re Davide, commise adulterio con Betsabea e poi, in preda al panico a motivo della gravidanza di lei, in un tentativo disperato di evitare lo scandalo orchestrò gli eventi per fare in modo che il marito di Betsabea rimanesse ucciso. (2 Samuele capitolo 11)

O pensate a Giona. Ricevette incarico da Dio di pronunciare un messaggio di condanna contro gli abitanti di Ninive, ma fuggì da tale incarico in preda al terrore più in fretta che potette. (Giona 1 : 3) Dopo che Dio fece cambiare idea a Giona attraverso un uso piuttosto umiliante dell’apparato digerente di una balena, Giona finalmente andò a Ninive ad adempiere il suo incarico  (Giona 1 : 17-2 : 2).

Continua a leggere