Il pericolo di giustificare le tue azioni da Testimone di Geova

mistake

Non ti aggrappare ad un errore solo perchè l’hai commesso per molto tempo

Riproponiamo alcuni articoli di interesse comune che magari sono passati inosservati o a beneficio dei nuovi lettori del blog. Questo è di Maggio del 2017.


BY

Il JW Broadcasting di Luglio 2016 si concentrava sull’importanza di impegnarsi in molteplici attività per ottenere l’approvazione del Corpo Direttivo. (Per i non-TdG, il Corpo Direttivo è il gruppo di sette uomini che prende tutte le decisioni in merito alle dottine e le politiche della religione dei Testimoni di Geova). In realtà, tutto questo impegno è un modo per rendere i membri della congregazione sempre più devoti e obbedienti. In che senso?

Continua a leggere

Vita e Amore oltre la Watchtower: liberarsi dalla trappola degli abusi emotivi

Emotional-abuse.jpg

Organizzazioni e individui narcisistici utilizzano le stesse tattiche nei loro tentativi di controllo

By Sarah Mills

Di recente ho avuto il piacere di unirmi ad un gruppo di supporto Facebook per ex-Testimoni di Geova donne. Leggendo i post, ho notato due fenomeni interessanti.

Il primo che ho notato sono le citazioni e i meme per incoraggiare le donne e aiutarle a riprendersi dall’indottrinamento settario. Erano gli stessi che avevo visto su altri forum a cui avevo aderito dedicati al recupero da relazioni violente. Il secondo erano i post scritti dalle stesse donne del gruppo. Molte erano rimaste coinvolte in relazioni romantiche abusanti, sia psicologicamente che di altro genere. La similitudine non era una coincidenza.

Non sorprende che la vulnerabilità – a causa di una natura empatica, una necessità di stabilità o comunità o una storia di abusi – renda soggetti alla manipolazione. Lo stessa cosa vale sia che una persona sia vittima di una religione coercitiva che di un partner coercitivo. Ma c’è un ulteriore livello per coloro che sono già state vittime della prima. Direi che essere donne in una religione abusante ci predispone a soccombere alle tattiche impiegate da partner psicologicamente abusanti ed emotivamente violenti. Questa osservazione non intende in alcun modo colpevolizzare neanche solo parzialmente le vittime, ma solo cercare di spiegare come le persone sfruttatrici scelgono le loro prede. Spesso sono le nostre migliori qualità a renderci così attraenti per loro.

Anche se questo tipo di abuso non conosce sesso e anche gli uomini possono, e succede, ritrovarsi vittime di abusi emotivi, le donne devono affrontare una dimensione aggiuntiva di controllo coercitivo in una religione come i “Testimoni di Geova“, in cui ci si aspetta che siano deferenti non solo verso l’organizzazione, ma anche verso i loro mariti. L’unico modo per liberarsi da questo ciclo di abusi è quello di potenziare noi stessi con la conoscenza districando la complessa rete di strategie utilizzate dagli abusatori ed esaminando il modo in cui questo trattamento è razionalizzato dalle loro vittime.

In questo articolo farò spesso riferimento all’abuso narcisistico, in quanto è molto simile alla manipolazione calcolatrice, intenzionale e di sfruttamento che un’organizzazione coercitiva come la Watchtower utilizza nella sua retorica. Userò anche la parola “vittima” per chiarezza e semplicità, ma coloro che hanno subito abusi psicologici sono molto più di questa parola. Sono sopravvissuti, induriti e forgiati in un crogiolo destinato alla distruzione della loro salute mentale, della loro autostima, fiducia e speranza. E non è un’esagerazione dire questo.

Continua a leggere