Salvare un migliaio di vite all’anno: Riformare la politica della Watchtower sul sangue – Seconda parte

cropped-ajwrb_logo_512-270x270Ecco la seconda parte di una straordinaria storia di come una persona, Lee Elder, ha portato con successo all’attenzione del pubblico l’errata politica della Watchtower sulle trasfusioni di sangue e il suo controllo coercitivo sui Testimoni di Geova, costringendo la Watchtower a fare dei cambiamenti.

Continua a leggere

Annunci

L’Australia aggiorna il Working with Children Act – I Testimoni di Geova sono ora costretti a rispettarlo o affrontare pesanti sanzioni

wwc-check-logo.pngMercoledì 13 settembre, in una congregazione dei Testimoni di Geova a Sydney, Australia, è stato nominato un Servitore di Ministero. Secondo una fonte verificata, presente a questa adunanza, questo annuncio era stato in precedenza rimandato a causa dell’aggiornamento del Working with Children Act, che prevede che gli individui che occupano delle posizioni che li mettono in contatto diretto con i bambini devono, prima di essere nominati, richiedere ed ottenere un permesso speciale.

L’annuncio del Coordinatore del Corpo degli Anziani diceva:

Abbiamo ancora un annuncio. Come già detto, abbiamo avuto la visita del nostro Sorvegliante di Circoscrizione e non sempre possiamo annunciare subito tutte le nomine perché a volte dobbiamo aspettare che i fratelli ottengano il loro Working With Children Check dallo Stato. Così ora, vogliamo informare la congregazione che il Fratello [NOME] è stato nominato come Servitore di Ministero.

wccCard-Jackson

Esempio di Children Card

Poiché questa congregazione di Sydney si trova nello stato del New South Wales (NSW), le congregazioni della Watchtower, insieme ai singoli Anziani e Servitori di Ministero, sono, da ora in poi, costretti a rispettare gli aggiornamenti del NSW al Working with Children Act del 2012.

Ogni Stato dell’Australia, insieme al suo territorio di competenza (ACT), è incaricato di attuare le proprie leggi, seguendo le raccomandazioni della Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse.  I Testimoni di Geova sono stati pesantemente esaminati durante il Case Study #29 del 2015, con una relazione di 110 pagine che descrive dettagliatamente la mancata tutela delle vittime di abusi sui minori.

Secondo questa relazione:

La pratica generale dell’organizzazione dei Testimoni di Geova di non segnalare l’abuso sessuale sui minori alle autorità, a meno che non sia richiesto dalla legge, invalida l’efficacia del Working with Children Check nei Testimoni di Geova – Sezione 7.1 pagina 62

Continua a leggere

Recare biasimo sul nome di Geova

bringing-reproach-jehovah-210x210.jpgI Testimoni di Geova credono che il nome di Dio sia Geova. Credono inoltre che sia imperativo che un vero cristiano usi il nome di Dio. Queste credenze si basano principalmente sulla scrittura biblica di Salmi 83:18. Si potrebbe pensare che siano credenze innocue. Dopo tutto, che cosa importa se il nome di Dio è John, Michael o Angela? Importa ai Testimoni di Geova. Basano questa convinzione sulla scrittura di Ezechiele 38:23. I Testimoni di Geova credono pure, basandosi su questi e altri versetti, che sia loro dovere promuovere il suo nome.

Nessuno mette in dubbio che i Testimoni di Geova abbiano fatto un buon lavoro nel promuovere il nome “Geova” in tutto il mondo. Quando pensi “Geova”, è più probabile che stai pensando ai “Testimoni di Geova”. Certo, questo non vuol dire che il mondo sia consapevole che “Geova” sia il nome di Dio. Comunque, indipendentemente da quello che il mondo pensa del nome “Geova”, i Testimoni di Geova ritengono che sia il nome di Dio e, per loro, questo è tutto ciò che conta.

E’ tutto qui? Ai fini di questo articolo, sorvoleremo sull’accuratezza (o l’inaccuratezza) del nome “Geova” e delle sue origini. Piuttosto, ci concentreremo su quali problemi derivano dall’utilizzo di questo nome da parte dei Testimoni di Geova.

Continua a leggere

Salvare un migliaio di vite all’anno: Riformare la politica della Watchtower sul sangue – Prima parte

cropped-ajwrb_logo_512-270x270.pngUna breve storia degli Advocates for Jehovah’s Witness Reform on Blood (AJWRB), (Promotori della riforma sul sangue nei Testimoni di Geova) e sulla politica della Watchtower sulle trasfusioni di sangue.

Crescere come Testimone di Geova

Cresciuto come testimone di Geova (TdG) e battezzato all’età di nove anni, prendevo molto seriamente quella che credevo essere l’unica religione che avrebbe salvato la vita. Ero anche molto preoccupato per la “grande tribolazione” e la battaglia di Armageddon, che mi era stato assicurato avrebbero avuto luogo durante la mia vita, un lee-elder.jpgargomento che ho sentito costantemente alla Sala del Regno e da altri TdG che credevano ciecamente ad ad ogni parola pubblicata dalla Watchtower.

All’età di quattordici anni ebbi il permesso di smettere di frequentare la scuola pubblica e di iniziare il servizio di “pioniere”: prima temporaneamente e un anno dopo come pioniere a tempo pieno. La maggior parte dei TdG si aspettava che la “grande tribolazione” scoppiasse nel 1975, quindi cercavo di salvare vite trascorrendo circa 100 ore al mese nel ministero porta a porta. Erano tempi entusiasmanti, perché facevo parte di una comunità fortemente unita ed ero convinto che il “nuovo ordine” lungamente atteso sarebbe potuto arrivare in qualsiasi momento.

Persino il Sorvegliante di Città aveva venduto la sua attività e stava facendo il pioniere, al tempo dell’ottobre del 1975. Mi ricordo chiaramente mentre stavamo facendo una pausa durante il servizio di campo e stavo bevendo un caffè con lui, insieme a due altri Anziani. Era il fine settimana del 4/5 ottobre ed eravamo seduti nella caffetteria di un Holiday Inn, certi che la “grande tribolazione” fosse imminente, forse sarebbe arrivata persino quel fine settimana!

Naturalmente, non è accaduto nulla che si sia anche solo remotamente avvicinato a quello che la Watchtower aveva fortemente sostenuto sia attraverso le pubblicazioni che attraverso i suoi rappresentanti nominati. Ma, come la maggior parte dei “veri fedeli” Testimoni di Geova, limitati ​​dalla loro mancanza di comprensione della dissonanza cognitiva, sono stato in grado di scartare coscientemente questa realtà. Così, ho continuato il servizio di pioniere, cercando di salvare vite da un “imminente” Armageddon per altri due anni e mezzo.

Tuttavia, stava per accadere qualcosa che avrebbe cambiato la mia vita per sempre.

Continua a leggere

I Testimoni di Geova aggiornano le politiche sulla gestione dei casi di pedofilia

abuse-victima1a.jpg

In una lettera del 1° settembre 2017, il Corpo direttivo dei Testimoni di Geova ha approvato il rilascio di una nuova Lettera agli Anziani negli Stati Uniti, Australia, U.K, Ghana e in tutto il mondo.

Questa lettera intende rivedere e chiarire i termini e le procedure utilizzati da tutti gli Anziani quando affrontano un’accusa di abuso sessuale su minori. È una revisione della Lettera agli Anziani del 1° agosto 2016, che era, a sua volta, una revisione della Lettera agli Anziani del 1° ottobre 2012.

(clicca qui per un articolo del 4 agosto 2016 ed il confronto tra le lettere 2016 e 2012)

L’ultima direttiva non è in alcun modo circoscritta ad una sola nazione, ma è una risposta globale alla crescente pubblicità e alle cause civili che vengono depositate negli Stati Uniti, Canada, U.K e altrove.

Continua a leggere

Testimoni di Geova e Sangue: una tragedia non raccontata di decine di migliaia di morti

701713_no_blood02_t640Anche se la Watchtower non ha mai pubblicato statistiche effettive o stime dell’impatto della politica del sangue sui Testimoni di Geova, nella comunità medica è ben noto che tale politica ha causato, o contribuito a, numerose morti premature tra i seguaci che la rispettano. [1, 2, 3]

È certamente alla portata dei funzionari della Watchtower raccogliere dati sui numeri dei Testimoni di Geova che sono morti prematuramente a causa della politica del sangue, dato che seguono già attentamente l’attività di ogni fedele. Inoltre, i rappresentanti HLC e HVC della Watchtower sono spesso coinvolti in molti di questi casi. La probabile spiegazione del perché tali numeri non siano mai stati pubblicati è che tali dati creerebbero una responsabilità per la Watchtower Society molto simile all’effetto che ha avuto il database in suo possesso di noti e/o sospetti pedofili, quando si è scoperta la sua esistenza. [4]

Il consulente medico per AJWRB, il Dr. Osamu Muramoto e il consulente scientifico per AJWRB, Marvin Shilmer, hanno esaminato gli studi medici disponibili e hanno sviluppato, in modo indipendente, delle statistiche riguardo l’impatto della politica sul sangue della Watchtower in termini di vite perse, stimate, dall’inizio del divieto delle trasfusioni di sangue, e una proiezione delle vite potenzialmente perse ogni anno. Iniziamo con un esame di queste stime, quindi le aggiorneremo ai numeri attuali.

Continua a leggere

La competenza medica della Watchtower

1-8-2000-AwakeIl numero di Gennaio 2000 della rivista Svegliatevi!, pubblicata dalla Società Watchtower Bible and Tract Society di New York e distribuito in tutto il mondo, conteneva articoli che approvavano la chirurgia senza sangue e promuovevano la medicina senza sangue come un’alternativa sicura alle trasfusioni di sangue allogeniche (1).

In questo numero speciale della rivista Svegliatevi! sono presenti numerosi medici ed è evidente che questi medici erano inclusi nell’elenco “medici collaborativi” che è compilato e gestito dal Servizio di Informazione Sanitaria della Watchtower Society.

Nel novembre 2002, meno di due anni dopo la pubblicazione di questa particolare Svegliatevi!, la Watchtower Society ha affermato di avere una banca dati di oltre 100.000 medici che usavano tecniche senza sangue su pazienti Testimoni di Geova.

Continua a leggere