Un nuovo video dei Testimoni di Geova prende di mira gli omosessuali

592920811600002900ddd24a

La raffigurazione della reazione di una famiglia di Testimoni di Geova ad un ospite in casa che ha due madri

Nei prossimi mesi, 8 milioni di Testimoni di Geova in tutto il mondo si riuniranno in varie arene sportive, centri di congressi e locali privati ​​per partecipare al loro Congresso 2017. L’evento di tre giorni si tiene ogni anno e quest’anno il tema è “Non arrenderti!”

Circolano già voci per una serie di video in stile sitcom, che sarà mostrata ai delegati in ciascuno dei tre giorni, intitolata “Ricordate la moglie di Lot”. Un adattamento moderno della storia dal libro della Bibbia di Genesi, la serie raffigura una famiglia di Testimoni di Geova che sono tentati di perseguire il successo finanziario prima di decidere che la loro religione dovrebbe essere messa al primo posto.

Due scene toccano l’argomento dell’omosessualità, una delle quali mostra la famiglia di Testimoni che risponde ad un ospite in casa loro che dice che ha due madri lesbiche.

Le mie mamme sono molto orgogliose di me“, dice Tess, una giovane farmacista che lavora con una delle figlie della famiglia di Testimoni. “Mi hanno cresciuta due donne stupende. Mi capite? Una coppia di fatto.”

59292962200000150016f391

Un personaggio di nome Tess (al centro) rivela che ha genitori lesbiche

Visibilmente sconvolta dalla rivelazione, la madre TdG si affretta prima a dichiarare, in toni morbidi, che ha recentemente scoperto di avere un collega di lavoro gay.

L’ha detto come se ci fosse qualcosa di sbagliato. Per voi è un problema?“, risponde Tess.

La conversazione degenera in un brusco dibattito in cui il padre TdG interviene e afferma che “il sesso è solo per le coppie sposate formate da un uomo e una donna” nonostante insista che i Testimoni “non obbligano gli altri a pensarla come loro” e “non giudicano nessuno“.

Quando la madre TdG tenta di ammorbidire il sermone improvvisato di suo marito suggerendo che “alcuni gay sono semplicemente nati così“, lui replica:

Ascoltate, ok, non tutti la pensano così, ma ognuno è libero di scegliere. E Dio fa decidere a noi se seguire le sue norme o no. Se non ubbidiamo alle sue leggi, faremo del male a noi stessi. Lui vuole il meglio per noi.

Il dibattito in cucina termina rapidamente quando Tess ei suoi amici decidono di andare via. Il pubblico TdG viene lasciato con il chiaro messaggio che l’omosessualità è sbagliata e che quindi è opportuno affrontare l’argomento con i gay e le lesbiche, o persone provenienti da famiglie gay o lesbiche, se se ne presenta l’opportunità.

Il video finale della serie presenta poi una scena drammatica in cui il personaggio che interpreta la “moglie di Lot” immagina il suo corpo che si trasforma lentamente in sale, proprio come nel racconto della Genesi. I TdG che guardano la macabra rappresentazione dovrebbero supporre che sarà riservato loro un destino simile se non seguono i consigli ricevuti.

59293687200000180016f396.png

Il personaggio principale in “Ricordate la moglie di Lot” si immagina soffocare mentre il suo corpo si tramuta in sale

I video possono essere visualizzati sul sito ufficiale di JW.org a questo link. (Dovete rispondere “si” alla domanda se avete partecipato al Congresso per accedere ai video. I video sono relativi al 3° giorno). Tale materiale rappresenta la tappa più recente di una escalation di un’apparente campagna della leadership dei Testimoni atta a denunciare, negli ultimi anni,  la comunità LGBTQ.

Nel 2014, uno dei leader dei Testimoni di Geova, il membro del “Corpo Direttivo” Anthony Morris, aveva suscitato scalpore sostenendo che gli abiti attillati fanno parte di una cospirazione da parte degli stilisti omosessuali. L’anno successivo, Morris ha suscitato indignazione collegando apparentemente gli omosessuali alla crescente notorietà dell’organizzazione in materia di abusi sui minori.

Poi, nel 2016, è stato pubblicato dalla Watchtower una certa quantità di materiale omofobico, tra cui una Svegliatevi! intitolata “Come prendere buone abitudini” (con tre pagine di denuncia dell’omosessualità), uno schemino per giovani TdG (scaricabile da JW.org) su come spiegare le credenze anti-gay e persino un cartone apparentemente volto a convincere i bambini TdG a fare la predica ai compagni di scuola i cui genitori dovessero essere gay o lesbiche.

Il rinnovato rilascio di materiale che prende di mira le persone LGBTQ ha causato prevedibile indignazione, specialmente tra gli ex Testimoni che si trovano ad essere ostracizzati perchè gay.

Josh Gutteridge, un ex testimone che è recentemente apparso in una serie di documentari della BBC “Queer Britain“, ha osservato: “Come giovane gay ex Testimone di Geova che è stato disassociato due anni fa, questo video mi fa venire la nausea. Mentre stiamo tutti combattendo così duramente nella comunità LGBTQ per “normalizzare” la nostra vita, questo tipo di video ci riportano subito al punto di partenza“.

Posso solo immaginare come i Testimoni di Geova, specialmente i giovani, reagiranno a questo. Immagino che ci saranno alcuni che potranno respingere compagni di scuola o colleghi di lavoro. È ancora peggio pensare a come questo video sarà ricevuto dai Testimoni di Geova vulnerabili che sono LGBTQ, video che senza dubbio aggiungerà peso alla loro lotta per nascondere e mascherare le loro emozioni interiori“.

Un altro ex TdG gay e genitore di due figli, Brett Griffin-Young, ha commentato: “Mentre vedevo il video mi sentivo sempre più irritato e arrabbiato dall’atteggiamento moralista e insultante nei confronti dei genitori che sono gay. Spero che i TdG più giovani e intelligenti lo vedranno per quello che realmente è.

Il creatore del video, la Watchtower Bible & Tract Society è una charity registrata nel Regno Unito. Non è stato possibile contattare la sede mondiale di Warwick NY per un commento.


Link all’articolo originale: http://www.huffingtonpost.com/entry/59291e9ae4b0a7b7b469caa1