I Testimoni di Geova hanno detto loro di non laurearsi… ora, sono in difficoltà

nodegree

Circa due anni fa, un membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova, Tony Morris, fece una serie di osservazioni inquietanti denunciando l’istruzione superiore, dicendo che perseguirla porterebbe al “disastro spirituale”.

Dichiarazioni del genere non sono una novità per chiunque abbia familiarità con questa organizzazione, ma potrebbero sconvolgere quelli di noi che apprezzano la conoscenza e il pensiero critico e non cadono nella teoria del complotto secondo cui l’università sia una sorta di campo di addestramento liberale.

Se aprire la mente porta alcune persone ad abbandonare la propria religione è perché c’è un problema in quella religione, non perché la gente osa farsi domande difficili sulle proprie credenze.

Il video non si può incorporare, ma è possibile vederlo qui. Ecco alcuni estratti delle dichiarazioni di Morris:

Continua a leggere

Annunci

Breaking News: Crolla la difesa della Watchtower, i Testimoni di Geova ripresi per non aver segnalato abusi sui minori – Raggiunto un accordo con Fessler

Sintesi del processo – Parte uno

“La questione con i Testimoni di Geova è stata risolta”, ha dichiarato Jeffrey Fritz, avvocato di Stephanie Fessler, vittima dell’abuso

watchtowersunset-768x511

Utilizzando lo stesso linguaggio a cui Stephanie Fessler, ora di 28 anni, è stata sottoposta da adolescente, Fessler e il suo team legale hanno effettivamente ribaltato il tavolo ed emesso una “riprensione pubblica” per i Testimoni di Geova. I Testimoni, notoriamente, rimproverano e disassociano i membri della loro fede, anche se quel membro è un ragazzino, che hanno avuto un incontro sessuale. Dopo quattro giorni di intensa testimonianza al City Hall di Philadelphia, in Pennsylvania, le strategie di difesa della Watchtower sono crollate. Nonostante decine di migliaia di dollari e quasi 3 anni di preparazione per questo caso, a mezzogiorno, il Lunedi 13 febbraio, la Watchtower si è arresa al querelante, ha aperto il portafogli e accettato un accordo riservato.

E’ stato inviato un messaggio forte e chiaro all’organizzazione Watchtower: non si può infrangere la legge quando si viene a conoscenza di un’accusa di comportamento inappropriato con un minore. Deve essere segnalato alle autorità di polizia e di protezione dell’infanzia.

Continua a leggere

News Bulletin: Fessler contro Watchtower – Le prime dichiarazioni e le mozioni di apertura nel processo sugli abusi sessuali su un minore nei Testimoni di Geova – Giorno 1

cityhallwb-1024x636

City Hall, Philadelphia Pennsylvania

In una fredda mattina a Philadelphia, il 7 febbraio 2017, Stephanie Fessler è entrata nella Court of Common Pleas of Pennsylvania, First Judicial District, Civil Trial Division. Sono le 9:45, secondo l’orologio che si trova in cima allo storico palazzo di giustizia City Hall nel centro di Philadelphia. Ma c’è un altro orologio che va avanti, l’orologio della giustizia, l’orologio che misura quanto tempo ci vuole per una persona o organizzazione che ha danneggiato la vita di un’altra persona per essere chiamata a rendere conto di quello che ha fatto, o forse quello che NON ha fatto.

Sono passati 13 anni da quando gli Anziani della congregazione a Spring Grove Pennsylvania hanno appreso per la prima volta del rapporto inappropriato e degli abusi perpetrati da Terry Monheim, di 49 anni, e la sua vittima, Stephanie Fessler, che aveva solo 14 anni quando sono iniziati gli abusi. Stephanie è stata trascinata davanti agli Anziani nel 2004 e nel 2005 per rispondere del suo rapporto con il suo aggressore ma, con grottesco disprezzo per la legge, gli Anziani hanno consapevolmente omesso di segnalare il sospetto abuso alla polizia, alla Childline della Pennsylvania, o a qualsiasi altra autorità. Invece hanno trasmesso ciò che sapevano all’ufficio legale della Watchtower, che ha arbitrariamente ignorato la legge di Stato della Pennsylvania e non ha riportato l’abuso.

Invece di proteggere la vittima da ulteriori danni, gli Anziani locali della Pennsylvania l’hanno punita con un rimprovero privato nel 2004 e con un rimprovero pubblico nel 2005. La vittima, Stephanie, è stata crocifissa e devastata, essendole stata negata la protezione da parte delle autorità preposte e addestrate per proteggere i minori e prevenire ulteriori lesioni e disagi mentali. Gli Anziani locali e l’organizzazione della Watchtower hanno colpevolizzato Stephanie, e più di una volta. La sua partecipazione agli abusi è stata vista come un peccato, non un crimine. Per loro, Stephanie era una peccatrice.

Continua a leggere

Breaking News: completata la selezione della giuria nel processo Fessler Versus Watchtower Child Abuse Case – Stabilita la data del processo

Per la prima volta dal caso del 2011 di Candace Conti contro la Watchtower Bible and Tract Society di New York, una giuria deciderà l’esito di un caso di abuso sessuale in cui diversi Anziani dei Testimoni di Geova di due stati hanno deliberatamente omesso di segnalare l’abuso di una ragazza di 14 anni, anche dopo la segnalazione della questione al dipartimento legale della Watchtower.

sf_1b

Stephane Fessler a 13 anni

Stephanie Fessler, di Lancaster in Pennsylvania, può testimoniare che gli Anziani delle congregazioni Freeland Maryland e Pennsylvania Spring Grove dei Testimoni di Geova non hanno contattato le forze dell’ordine quando sono venuti a conoscenza di un rapporto sessuale tra la Fessler, di età compresa tra 14-16 anni e l’imputato, la signora Terry Jeanne Monheim, 49-51.

Gli abusi sono iniziati nel 2003 e sono stati scoperti nell’estate del 2004. Quando i genitori di Stephanie sono venuti a conoscenza degli abusi hanno contattato gli Anziani di congregazione. L’Anziano Eric Hoffman ha avviato le indagini interne dei Testimoni di Geova , che hanno incluso altri due Anziani, Neal Cluck e John Ness, e non ha contattato le autorità legali. Gli Anziani, inoltre, non hanno esortato i genitori a contattare le autorità. Invece di proteggere Stephanie, l’hanno punita con una rimprovero in privato.

Continua a leggere