Il costo di essere un Testimone di Geova

Exif_JPEG_420

Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova dovrebbe essere ritenuto responsabile per le morti che si sono verificate come diretta conseguenza delle sue dottrine?

Recentemente i Testimoni di Geova (Watchtower Bible & Tract Society) hanno ricevuto molta attenzione dai media, e non per buoni motivi. La Australian Royal Commission del 2015 ha provocato un effetto domino, una cascata di informazioni che erano state, fino ad oggi, intenzionalmente nascoste. Questa non dovrebbe essere una sorpresa. Nulla può indignare l’opinione pubblica più di nascondere oltre mille pedofili alla polizia mentre si dice alle vittime di starsene tranquille. Ma, naturalmente, nessuna di queste informazioni è nuova per me. Dopo tutto, sono stato un Testimone di Geova per i primi due terzi della mia vita. Quando ho lasciato questa religione, l’ho fatto con la determinazione di non lasciare nulla di intentato. Qui, vi svelerò il vero prezzo da pagare per lasciare i Testimoni di Geova.

Continua a leggere

Testimone di Geova ostracizzato e costretto a prostituirsi

2-20161104124903

I Testimoni di Geova ostracizzeranno persino il più vulnerabile fino al punto di non lasciargli altri a cui rivolgersi, se non un bordello

Con la Australian Royal Commission che ha recentemente giudicato la Watchtower come una delle peggiori organizzazioni in quanto a nascondere i pedofili, i Testimoni di Geova sono stati spinti sotto gli accecanti riflettori del pubblico scrutinio (childabuseroyalcommision.gov.au). Mentre sempre più persone lasciano questa religione in segno di protesta, è importante spiegare cosa accade loro come conseguenza del farlo. La risposta è: TOTALE OSTRACISMO.

L’ostracismo deve sembrare ridicolo a qualcuno che non è mai stato un Testimone di Geova o un membro di una qualsiasi altra setta coercitiva che pratica lo stesso modo di fare. L’ostracismo sarebbe impossibile da comprendere per la maggior parte dei genitori che amano i loro figli. Un giovane Testimone di Geova non ha bisogno di rubare, drogarsi o uccidere qualcuno per essere completamente tagliato fuori dalla vita dei propri genitori. Tutto quello che deve fare è dire “Non credo che il 1914 abbia alcuna rilevanza storica riguardo a Gesù Cristo”. Questo è tutto. Fine della storia. Dopo una serie di riunioni a scopo intimidatorio di fronte ad un Comitato Giudiziario, questo ipotetico giovane verrà “disassociato”. Se la sua famiglia desidera rimanere “irreprensibile” agli occhi della congregazione, cosa che, secondo i Testimoni di Geova, potrebbe significare la differenza tra la vita e la morte ad Armageddon, ha una sola opzione: ostracizzare il proprio figlio. Agli occhi del Testimone medio, non parlare mai più al proprio figlio per una cosa di così poco conto non è una richiesta irragionevole.

Continua a leggere

L’ossessione della Watchtower per le “origini pagane”

download

I Testimoni di Geova avrebbero davvero bisogno di rilassarsi e godersi lo spirito natalizio!

No al Natale. No al Compleanno. No alla Pasqua. No ad Halloween. No al Giorno di San Valentino. No alla Vigilia di Capodanno No. No. No. No.

Mio Dio, quant’è noioso crescere come un Testimone di Geova! Svuotano il calendario da tutta la sua magia. Ah, già… quasi dimenticavo. No alla magia!

Secondo l’articolo della Torre di Guardia di Dicembre 2012, “Perchè alcuni non festeggiano il Natale?“, ci sono quattro motivi principali per cui i Testimoni di Geova non celebrano il Natale. I primi tre motivi possono essere riassunti come “perché Gesù non ci ha detto di farlo“, che non è realmente un vero motivo. Seguendo lo stesso ragionamento, Gesù non ha detto neppure di NON farlo. E’ come dire che Gesù non ci ha specificamente detto di respirare. Ops, meglio trattenere il respiro.

L’ultima ragione fornita è in realtà l’unica che vale la pena prendere in considerazione.

Continua a leggere

Si può essere amici con persone di qualsiasi età, l’importante è che amino Geova

2-20161217160450

Il controllo mentale della Watchtower è subdolo ma costante e dannoso per le giovani menti

La lezione 25 del cartone animato propaganda dei Testimoni di Geova per i bambini si concentra sull’amicizia e su come l’età sia irrilevante. . . se si ama Geova. Ad un occhio inesperto il film potrebbe sembrare innocente ma, in realtà, fornisce un eccellente esempio del subdolo controllo mentale dei Testimoni di Geova. Cioè: affermare una verità universale, appropriarsene e schiaffarci un bell’adesivo “solo se sei fedele a Geova” sulla confezione.

Continua a leggere

I Testimoni di Geova sono una setta?

502013347_univ_sqr_lgEsiste una qualsiasi setta che ammetterebbe di essere una setta? Ovviamente no. Il termine ha una connotazione del tutto negativa, così che tutte le sette vogliono evitare di essere etichettate con tale termine. I Testimoni di Geova non fanno differenza.

Sul loro sito web, jw.org, viene posta questa domanda: “I testimoni di Geova sono una setta?” E come rispondono?

No, noi Testimoni di Geova non siamo una setta. Piuttosto, siamo cristiani e facciamo del nostro meglio per seguire l’esempio e gli insegnamenti lasciati da Gesù Cristo.

I Testimoni di Geova forniscono pure due caratteristiche delle sette e spiegano perché queste caratteristiche non si applicano a loro:

Continua a leggere

Tony Morris, membro del Corpo Direttivo, scappa davanti un giornalista

img_0029-300x300

Anthony Morris III, membro del Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova

I lettori di JW Survey avranno familiarità con il lavoro di Trey Bundy, un reporter investigativo che lavora per l’organizzazione Reveal News. Bundy è stato instancabile nel cercare di portare alla luce le verità dietro le tante, e di lunga data, accuse di abusi su minori insabbiate dalla Watchtower Bible and Tract Society, e ha pubblicato una serie di ottimi articoli sul tema.

L’ultimo articolo di Bundy, intitolato “Come i leader dei Testimoni di Geova nascondono gli abusi sui bambini” è stato pubblicato insieme all’ultimo episodio del podcast Reveal News, che ha caratterizzato questa storia e conteneva materiale aggiuntivo.

Il podcast è intitolato “I segreti della Watchtower” e racconta gli sforzi di persone come Trey Bundy e l’avvocato Irwin Zalkin per ottenere i file che la Watchtower conserva su potenzialmente migliaia di pedofili Testimoni di Geova che non sono mai stati segnalati alla legge, e che potrebbero ancora essere liberi di molestare altri bambini.

Il podcast è eccellente e contiene una serie di importanti interviste riguardo allo stato delle attuali tribolazioni legali della Watchtower, ma per me uno dei momenti clou è stato un incontro inaspettato catturato su audio nastro tra Trey Bundy e il membro del Corpo Direttivo Anthony Morris III.

Continua a leggere

La dottrina fondamentale dei Testimoni di Geova: il 1914

generazione

Il 1914: il fondamento della stessa esistenza dei Testimoni di Geova

La profezia riportata nel libro biblico di Daniele dei sette tempi è fondamentale per l’esistenza dei Testimoni di Geova. Questa profezia è usata per dichiarare che Gesù ha iniziato a  governare nel 1914 e che nel 1919 ha scelto l’Organizzazione Watchtower come suo unico mezzo di salvezza prima della battaglia di Armageddon.

Quali ragionamenti portano i Testimoni di Geova per arrivare all’anno 1914 partendo da questa profezia?

Questa argomento è diviso in sezioni, ognuna della quale dimostra da una diversa angolazione che il capitolo 4 del libro biblico di Daniele non può essere usato per dire che Gesù ha iniziato a governare nel 1914.

Ogni articolo termina con il link al successivo. Verranno sviluppati i seguenti temi:

 

Primo articolo: https://jwanalyze.wordpress.com/sette-tempi-607-1914/

 

Come i leader dei Testimoni di Geova nascondono gli abusi sui bambini

watchtower_night-1-1200x675By / December 10, 2016

La leadership dei Testimoni di Geova ha coraggiosamente sfidato le ordinanze dei tribunale di consegnare i nomi e luoghi di presunti abusi sessuali sui bambini negli Stati Uniti.

Dal 2014, i tribunali hanno colpito la società madre dei Testimoni di Geova – la Watchtower Bible and Tract Society of New York – con sentenze e sanzioni di milioni di dollari per aver violato l’ordine di consegnare i documenti segreti.

I documenti potrebbero servire per tracciare una probabile road map di migliaia di presunti violentatori di bambini che vivono liberamente nella comunità di tutto il paese e che potrebbe ancora star violentando bambini. I file includono i nomi di autori noti e presunti, le posizioni nelle loro congregazioni e le descrizioni dei loro presunti crimini.

Continua a leggere

I segreti della Watchtower

jw2-web-634x440Negli ultimi due anni, il giornalista di Reveal Trey Bundy ha indagato su come i Testimoni di Geova nascondono gli abusi sessuali nelle loro congregazioni. In realtà, questa è la loro politica ufficiale. I leader di questa religione sono andati veramente all’estremo per nascondere questi scandali alla vista del pubblico.

In questo episodio di Reveal, abbiamo rintracciato delle persone che conoscono i segreti dei Testimoni di Geova e raccontano cosa accade dietro le quinte di una religione con 8 milioni di seguaci in tutto il mondo.

Inizieremo a San Diego, dove Trey incontra un avvocato che sta cercando di ottenere accesso alla banca dati dei Testimoni di Geova contenente i nomi e le residenze delle persone accusate di pedoflia all’interno dell’organizzazione che vivono liberamente nella comunità degli Stati Uniti.

Dopo, ascolteremo una vittima di abusi che ci racconterà di come la minaccia di essere cacciati dalla comunità trattiene i fedeli dal denunciare gli abusi subiti.

Le indagini di Trey lo porteranno anche alla sede centrale dei Testimoni di Geova a Brooklyn, New York, la Watchtower, dove la cultura del segreto va ben oltre gli abusi sui minori, è una componente fondamentale della vita. I leader della Watchtower si sono rifiutati di parlare con Trey, ma un ex che lavorava li gli ha rivelato alcuni dei loro segreti.

Infine, l’ospite Al Letson si siederà con Trey a parlare del perché l’FBI o la polizia non ha semplicemente preso d’assalto la sede dei Testimoni di Geova e portato via i loro file con gli abusi sui minori con la forza.

Nota: Questo episodio parla di abusi sessuali e potrebbe essere disturbante per alcuni ascoltatori.

Link alla puntata: https://www.revealnews.org/episodes/secrets-of-the-watchtower/

La scioccante verità sui Testimoni di Geova: una cultura che nasconde i pedofili e disprezza le vittime

2-20161125210920

La Watchtower è un culto pericoloso con la cultura di mettere le apparenze prima del benessere delle vittime di abusi

È perché gli ex-Testimoni di Geova vivono, ancora, con il senso profondamente radicato di rimanere in silenzio ad ogni costo? È perché sono stati indottrinati a dover sopportare le sofferenze e le ingiustizie allo stesso modo in cui altri potrebbero accettare un pezzo di pane tostato per colazione? È perché avere un figlio sessualmente abusato è diventato così comune nelle istituzioni religiose che dobbiamo considerarlo semplicemente normale? Qualsiasi sia il motivo, io sono arrabbiato di questo e ne voglio parlare. Bisogna gridarlo ai quattro venti. Bisogna ripeterlo fino alla nausea, batterlo nelle orecchie di chiunque voglia ascoltare fino a quando nessuno potrà dire che non ne sapeva nulla e si farà qualcosa al riguardo. Per coloro che vorrebbero nascondere la questione sotto il tappeto, io dico: MAI PIU’!

E’ un fatto inconfutabile che la Watchtower Bible & Tract Society, ha nascosto, e continui a nascondere, i pedofili. La Australian Royal Commission ha reso questo fatto chiaro e innegabile. Sì, sì, “nascondere” è un termine pesante, non è vero? “Nascondere pedofili” evoca l’immagine di sporchi vecchi nascosti in cantine dove vengono nutriti con una dieta costante di ragazzi e ragazze fino ad ingrassare sulla sofferenza di innocenti. Naturalmente, non è questo quello che intendo per “nascondere”. Quello a cui mi sto riferendo è un problema vecchio quanto la religione stessa: l’idea che una tale organizzazione sia al di sopra della legge (o al buon costume) perché risponde ad un potere superiore, Dio.

Continua a leggere