Conclusioni della Commissione Reale Australiana (parte 3): gli anziani dei Testimoni di Geova hanno messo a tacere e lasciato senza alcun supporto le vittime di abusi

sex-abuse-survivor-300x300

E’ stato portato alla luce dalla Commissione Reale il trattamento scioccante subito da BCB e BCG

I due articoli precedenti di questa serie hanno discusso le politiche della Watchtower in materia di abusi su minori e il dibattito scritturale inerente. Tuttavia, questo non è un dibattito teorico di interesse solo per studiosi e avvocati. Al centro di tutto questo tira e molla sulle Scrittura e sulle leggi ci sono esseri umani reali.

Qual è l’impatto effettivo che hanno le politiche della Watchtower quando vengono messe in pratica sulle vittime di abusi?

Due di questi sopravvissuti sono stati in grado di dare una testimonianza dettagliata ed esauriente alle udienze della Commissione Reale Australiana, e la relazione del consulente legale contiene i racconti dettagliati relativi alle loro esperienze.

Continua a leggere

Conclusioni della Commissione Reale Australiana (parte 2): Geoffrey Jackson, membro del Corpo Direttivo, è stato “evasivo e di nessun aiuto”

g-jackson-commission-300x300

La Commissione Reale è stata tutt’altro che impressionata dalla testimonianza di Geoffrey Jackson

Nell’ottavo e ultimo giorno dell’indagine della Commissione Reale, qualcosa di molto raro e significativo ha avuto luogo.

Il membro del Corpo Direttivo della Watchtower, Geoffrey Jackson, ha preso la parola per rispondere pubblicamente a delle domande su alcuni degli aspetti più segreti e accuratamente custoditi della politica Watchtower: il modo in cui i testimoni di Geova si occupano di accuse interne di abusi sui minori.

Non è stato facile portarlo davanti alla Commissione.

La dichiarazione di Jackson quel giorno che era “felice di testimoniare” sembra piuttosto incongruente con la lotta titanica che i funzionari della Watchtower, interrogati prima di lui, hanno ingaggiato per tenerlo fuori della questione, al punto da, apparentemente,  tentare di ingannare la Commissione sul ruolo di Jackson nell’organizzazione.

Tuttavia, all’ottavo giorno dell’inchiesta Geoffrey Jackson ha preso la parola in collegamento video per spiegare e difendere le politiche che lui e i suoi sei compagni del corpo direttivo impongono ai testimoni di Geova in tutto il mondo.

Continua a leggere

Tutti commettono errori, tranne la Watchtower

peter-denies-christ

Gli errori di personaggi biblici come Pietro sono contenuti nelle scritture

Tutti fanno degli sbagli. I personaggi della Bibbia ne fecero. Pensate all’apostolo Pietro, il suo coraggio e la sua fede vennero meno in un momento critico e negò per tre volte di conoscere Gesù la notte del suo arresto, e come conseguenza il suo errore lo lasciò in lacrime ed emotivamente distrutto. (Giovanni 18 : 13-27 )

Pensate al re Davide, commise adulterio con Betsabea e poi, in preda al panico a motivo della gravidanza di lei, in un tentativo disperato di evitare lo scandalo orchestrò gli eventi per fare in modo che il marito di Betsabea rimanesse ucciso. (2 Samuele capitolo 11)

O pensate a Giona. Ricevette incarico da Dio di pronunciare un messaggio di condanna contro gli abitanti di Ninive, ma fuggì da tale incarico in preda al terrore più in fretta che potette. (Giona 1 : 3) Dopo che Dio fece cambiare idea a Giona attraverso un uso piuttosto umiliante dell’apparato digerente di una balena, Giona finalmente andò a Ninive ad adempiere il suo incarico  (Giona 1 : 17-2 : 2).

Continua a leggere

Conclusioni della Commissione Reale Australiana (parte 1): Le politiche della Watchtower pongono i bambini Testimoni ad un “significativo rischio di abusi sessuali”

angus-stewart-royal-300x300
Angus Stewart, consulente legale presso la Commissione Reale Australiana, ha consegnato una analisi dettagliata sulla cattiva gestione della Watchtower dei casi di abuso sui minori

L’estate del 2015 ha visto la Commissione Reale Australiana, in risposta ad un’inchiesta istituzionale, tenere un’udienza di otto giorni concentrandosi sull’organizzazione dei Testimoni di Geova.

Lungi dall’essere degli sterili dibattiti legali, le audizioni hanno fatto il giro del mondo, e per una buona ragione. E’ emerso dal dibattito che dal 1950 la filiale australiana della Watchtower non ha denunciato alle autorità più di 1006 casi di presunta pedofilia verificatisi all’interno delle congregazioni, e questo non è stato causato da incompetenza ma da specifiche politiche interne e dottrine dell’organizzazione.

Ora, dopo circa sei mesi, la Commissione ha pubblicato le Conclusioni del proprio consulente legale, Angus Stewart.

Continua a leggere

“Lascia che i morti seppelliscano i loro morti”

jw-paris-attacks-300x300

Una ragazza mostra solidarietà tenendo alta una bandiera francese a seguito degli attacchi terroristici di Parigi che hanno causato 130 vittime

A seguito degli orribili attacchi terroristici a Parigi del 13 Novembre 2015, gli utenti di Facebook hanno ricevuto la possibilità di aggiornare la loro foto del profilo con una sovrapposizione composta dai colori rosso, bianco e blu della bandiera francese.

E’ ovvio pensare che coloro che hanno aggiornato i loro profili con questi colori lo hanno fatto per mostrare sincera solidarietà al popolo francese e alle vittime di un crimine raccapricciante commesso da terroristi islamici indottrinati e fondamentalisti. Poche persone percepirebbero tale gesto come un giuramento di fedeltà al governo francese.

A quanto pare, alcuni Testimoni di Geova attivi che hanno osato partecipare a queste manifestazioni di solidarietà, aggiornando i loro profili con i colori francesi, hanno rapidamente fomentato inquietudine tra i gruppi Facebook di Testimoni di Geova.

Continua a leggere